EnglishEnglish
Inserisci la tua azienda

Seravezza Fotografia

Mostre ed esposizioni a Seravezza


Seravezza Fotografia

orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046

 

Quando: fino al 27 maggio 2018
Dove: Palazzo Mediceo - (Seravezza)
Seravezza
Vedi mappa
Orario: dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Informazioni: Info: 0584 757443/756046 http://www.seravezzafotografia.it
Condividi: Invia ad un amico
Condividi su Twitter
 

Vedi tutti gli eventi

Invia ad un amico

Il tuo nome:
Il tuo indirizzo email:
L'indirizzo email del tuo amico:
Messaggio (facoltativo):
Qual il numero tra 4 e 6?:
 

Questa scheda evento è stata vista 180 volte


La redazione di LaVersilia.it si solleva da ogni responsabilità, le manifestazioni possono talvolta subire dei cambiamenti che non dipendono dalla nostra volontà. Si consiglia di verificare l'evento contattando direttamente gli enti organizzatori. La direzione non è responsabile di eventuali annullamenti o spostamento delle date dei singoli eventi. Gli eventi sono spesso inseriti direttamente dagli organizzatori. In ogni caso laversilia.it non responsabile di eventuali errori o variazioni di programma. Nel dubbio, consigliabile contattare l'ente organizzatore.