EVENTI IN PROGRAMMA PER IL PERIODO: 13/01/2018 - 23/01/2018

Sabato 13 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Viareggio Gospel Festival 2018
Vi aspettiamo il 13/01/2018 alle ore 21 all’auditorium Caruso del Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago per la quinta edizione del Viareggio Gospel Festival!Prenderanno parte alla serata i due cori Gospel THE RISING SOUND di Viareggio e THE PILGRIMS di Firenze, con rispettive band.In più avremo un ospite d’eccezione: il trombettista ANDREA TOFANELLI.Il ricavato della serata sarà interamente devoluto alla casa di riposo SACRO CUORE di Viareggio (Poveri Vecchi).Ingresso unico: €11Prevendite presso: biglietteria Festival Puccini - Sacro Cuore di ViareggioPer info e prenotazioni:Lucia 345 0112523Sara 389 0225563Sacro Cuore sempre aperto per la vendita dei biglietti.Orari biglietteria Festival Puccini:Dal Lunedì al Venerdì:9:30-12:3014:30-17:30In questo periodo di feste, la biglietteria sarà chiusa 30, 31 Dicembre e 1, 6, 7 Gennaio.Nei giorni 2, 3, 4, 5 Gennaio sarà aperta solo la mattina. TIPO: Concerti LUOGO: Gran teatro Giacomo Puccini Auditorium Enrico Caruso, Torre del Lago ORARIO: ore 21 INFORMAZIONI: Per info e prenotazioni: Lucia 345 0112523 Sara 389 0225563 - Tel. 0584 350567

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Pizzi Cannella Shunga
La Galleria Susanna Orlando è lieta di presentare un’edizione speciale di undici esemplari di Piero Pizzi Cannella ispirata all’arte erotica giapponese. La mostra inaugurerà l’8 dicembre 2017 ed esporrà uno straordinario allestimento degli undici pezzi di Pizzi Cannella. L’interesse dell’artista per l’Oriente e l’estetica orientale nasce dalla sua considerazione dell’arte giapponese come un linguaggio misterioso e prezioso allo stesso tempo e che apre la mente a una sorta di immaginazione. Il maestro infatti non ci racconta una storia ma una favola, una raccolta raffinata di opere che descrivono le figure degli amanti orientali come in un sogno perché eterne. Gli shunga colpiscono grazie alla loro audacia raffigurata, tuttavia, con delicatezza e invitano il fruitore a entrare dentro il cuore dell’opera. Queste immagini ardite possiedono una forza che va oltre la scena rappresentata, unita però a linee sinuose e raffinate. In tal modo gli amanti giapponesi diventano testimoni della sensualità della pittura, l’eros così diviene arte e l’arte diviene eros. L’amore raccontato anche nel più audace erotismo si eleva pertanto a una sorta di sacralità. Questo è lo scenario ideale da cui nasce lo shunga e uno dei segreti della sua raffinatezza, elementi essenziali nell’opera dell’artista romano, la cui forte carica emozionale è capace di far vibrare la nostra anima. La preziosa raccolta di incisioni esce dalla cartella che le contiene e viene presentata nello stile della galleria in un allestimento dedicato per il quale è stato scelto un prezioso tessuto di Rubelli. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Susanna Orlando, Pietrasanta ORARIO: Inaugurazione: venerdì 8 dicembre, ore 18.00 INFORMAZIONI: Susanna Orlando Telefono + 39 0584 70214 email: info@galleriasusannaorlando.it - Via Stagio Stagi, 12 0584 70214 0584 83163

Domenica 14 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Pizzi Cannella Shunga
La Galleria Susanna Orlando è lieta di presentare un’edizione speciale di undici esemplari di Piero Pizzi Cannella ispirata all’arte erotica giapponese. La mostra inaugurerà l’8 dicembre 2017 ed esporrà uno straordinario allestimento degli undici pezzi di Pizzi Cannella. L’interesse dell’artista per l’Oriente e l’estetica orientale nasce dalla sua considerazione dell’arte giapponese come un linguaggio misterioso e prezioso allo stesso tempo e che apre la mente a una sorta di immaginazione. Il maestro infatti non ci racconta una storia ma una favola, una raccolta raffinata di opere che descrivono le figure degli amanti orientali come in un sogno perché eterne. Gli shunga colpiscono grazie alla loro audacia raffigurata, tuttavia, con delicatezza e invitano il fruitore a entrare dentro il cuore dell’opera. Queste immagini ardite possiedono una forza che va oltre la scena rappresentata, unita però a linee sinuose e raffinate. In tal modo gli amanti giapponesi diventano testimoni della sensualità della pittura, l’eros così diviene arte e l’arte diviene eros. L’amore raccontato anche nel più audace erotismo si eleva pertanto a una sorta di sacralità. Questo è lo scenario ideale da cui nasce lo shunga e uno dei segreti della sua raffinatezza, elementi essenziali nell’opera dell’artista romano, la cui forte carica emozionale è capace di far vibrare la nostra anima. La preziosa raccolta di incisioni esce dalla cartella che le contiene e viene presentata nello stile della galleria in un allestimento dedicato per il quale è stato scelto un prezioso tessuto di Rubelli. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Susanna Orlando, Pietrasanta ORARIO: Inaugurazione: venerdì 8 dicembre, ore 18.00 INFORMAZIONI: Susanna Orlando Telefono + 39 0584 70214 email: info@galleriasusannaorlando.it - Via Stagio Stagi, 12 0584 70214 0584 83163

Lunedì 15 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Martedì 16 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

"Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello
16-1-2018Un cartellone ricco, eterogeneo e di grande interesse dal punto di vista culturale. Un equilibrio perfetto tra cultura e intrattenimento, impegno e leggerezza. 11 spettacoli, di cui tre dedicati alla drammaturgia pirandelliana, un thriller in prima nazionale, recital e ritratti dedicati a pilastri della cultura italiana e internazionale e poi ancora commedie e show tutti da ridere, un classico del balletto ed eventi musicali, che si articoleranno lungo un arco temporale di 5 mesi dal 16 novembre 2017 al 29 marzo 2018. Il programma di stasera, Martedì 16 gennaio, è "Il berretto a sonagli" di Luigi Pirandello, con Sebastiano Lo Monaco, spettacolo coprodotto da Fondazione Versiliana insieme al Teatro Luigi Pirandello di Agrigento. TEATRO  COMUNALE DI PIETRASANTA – Stagione teatralePietrasanta, piazza Duomo16 novembre 2017 / 29 marzo 2018ore 21:00Ingresso Platea: € 20,00, ridotto € 18,00. Galleria: € 12,00, ridotto € 10,00  Per ulteriori informazioniTeatro Comunale PietrasantaPietrasanta, Piazza Duomo, 14Tel +39 0584 795511Ufficio informazioni turistiche Comune di PietrasantaGazebo di Piazza StatutoTel. +39 0584 283375 - TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro Comunale di Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: ore 21:00 INFORMAZIONI: Teatro Comunale Pietrasanta Pietrasanta, Piazza Duomo, 14 Tel +39 0584 795511 Ufficio informazioni turistiche Comune di Pietrasanta Gazebo di Piazza Statuto Tel. +39 0584 283375 - infocentro@comune.pietrasanta.lu.it - Info 0584-26735 0584-795511

Mercoledì 17 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Giovedì 18 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

TEATRO DELL'OLIVO - Camaiore - Il Seduttore
18-1-2018Il Teatro dell'Olivo è un'esperienza architettonica olte che di spettacolo. Sorge nel luogo che un tempo ospitava un tiratoio della lana; costruito nel corso del ‘500, il tiratoio fallì e il suo proprietario fuggì dalla città. Solo nel 1649 l’Accademia dei Deboli, un'associazione formata da un gruppo di cittadini di Camaiore, chiese di riaprire l’edificio, in modo che potesse ospitare commedie e altre rappresentazioni sceniche. Il Teatro si prepara ad accogliere la nuova stagione, confermandosi un riferimento culturale importante per lo spettacolo dal vivo in Versilia. Classico e contemporaneo, tradizione e nuovi linguaggi: sono le linee guida del cartellone 2017-2018, che si svolgeràdal 18 novembre 2017 fino al'8 aprile 2018, studiato per rispondere alla crescente domanda di spettacolo dal vivo. Grazie alla consolidata collaborazione fra Fondazione Toscana Spettacolo onlus e il Comune di Camaiore anche quest’anno sarà presentato un programma di ampio respiro con protagonisti affermati, tra i quali Tullio Solenghi, Veronica Pivetti, Amanda Sandrelli, Sergio Muniz, Lucia Poli, Milena Vukotic, Alice Spisa, Ascanio Celestini e Roberto Alpi. Dieci appuntamenti che propongono omaggi e riletture ("Sorelle Materassi" dal romanzo di Palazzeschi; "Decameron" da Boccaccio; il richiamo a Pirandello con "Pupi Siamo"), riflessioni sul tema dell’amore ("Il seduttore" di Diego Fabbri, "Viktor&Viktoria" dal film di Schunzel, del 1933, "Cuori Scatenati" con Sergio Muniz), e ancora la novità del “narratore di vite dimenticate” Ascanio Celestini ("Pueblo") e lo spettacolo finalista di In-Box, "Scarabocchi". In programma giovedì 18 gennaio, alle 21:00, Roberto Alpi, Laura Lattuada, Agnese Nano, Isabel Russinova, un quartetto di celebrities per "Il Seduttore", un bel testo firmato da uno dei più importanti drammaturghi italiani del Novecento, Diego Fabbri. Una trama di tradimenti nella quale il seduttore promette a tre donne amore sincero e viaggi lontani fino a un epilogo sorprendente. I biglietti possono essere acquistati il giorno stesso dello spettacolo presso la Cartolibreria L’Arcobaleno in Via Vittorio Emanuele, 228, a partire dalle ore 19:00 oppure online tramite il circuito Box Office ; TEATRO DELL'OLIVO - CamaioreCamaiore, Teatro dell'Olivo, via V. Emanuele18 novembre 2017 / 8 aprile 2018ore 21:00Biglietti: platea e palchi centrali intero € 21,00 / ridotto € 18,00 – palchi laterali e loggione intero € 14,00 / ridotto€ 12,00  Per ulteriori informazioniTeatro dell'OlivoCorso Vittorio Emanuele, CamaioreTel. +39 0584 986333 / + 39 0584986334 - - Consorzio di Promozione Turistica della VersiliaTel. +39 0584 617766 - TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro dell' Olivo Via Vittorio Emanuele, Camaiore ORARIO: 21:00 INFORMAZIONI: Teatro dell'Olivo Tel. +39 0584 986333 / + 39 0584986334 - telefono 0584 9861

Venerdì 19 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Sabato 20 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Domenica 21 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Lunedì 22 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Martedì 23 gennaio

Belle Arti in Procura 4 - II edizione
134° Mostra  “Museo Ugo Guidi”e  "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus" Con Accademia di Belle Arti di Carrara e Procura di Massa presentano la mostra degli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” del 2017  Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini  A cura di Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro     Museo Ugo Guidi 13 gennaio 2018 ore 16.00 – FORTE DEI MARMI 13 gennaio  – 1 febbraio 2018    L’Accademia di Belle Arti di Carrara, il Procuratore di Massa Carrara dott. Aldo Giubilaro e il Museo Ugo Guidi - MUG hanno sottoscritto una convenzione nel 2016 che permetterà agli studenti più meritevoli, esposti nella Procura di Massa dal dicembre 2017 fino al novembre 2018, di esporre un congruo numero di opere nel Museo Ugo Guidi – MUG di Forte dei MarmiGli allievi-artisti selezionati da “Belle Arti in Procura 4” sono i giovani pittori-studenti Maria Diletta Alessi e Niccolò Fagnini. La mostra è curata da Giovanni Chiapello e Alberto Semeraro e sarà inaugurata al Museo Ugo Guidi alle ore 16 di sabato 13 gennaio 2018.  L’esposizione al MUG sarà visitabile fino al 1 Febbraio 2018 nei giorni successivi l’inaugurazione su appuntamento al tel. 348020538  o  .   Luogo:   Museo Ugo Guidi – MUG  via Civitali 33 - Forte dei Marmi    Orario:   MUG su prenotazione  . nei giorni successivi all’inaugurazione con Ingresso libero TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3, Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Le cose vogliono esistere
Nel solco della tradizione delle grandi mostre indirizzate alla valorizzazione dell’arte contemporanea attraverso esposizioni monumentali nei luoghi pubblici più rappresentativi, sabato 2 dicembre 2017 alle ore 12 il comune di Pietrasanta inaugura la mostra personale Le cose vogliono esistere dell’artista toscano Roberto Barni (Pistoia, 1939).Alcuni luoghi simbolo di Pietrasanta per circa tre mesi ospiteranno il progetto promosso, oltre che dal Comune, dalla Fondazione Versiliana, presieduta da Massimiliano Simoni, direttore artistico di Start, e con il sostegno della Galleria Poggiali di Pietrasanta.Durante tutto il periodo natalizio, e fino al 25 febbraio, ben 17 grandi opere in bronzo patinato si potranno ammirare in piazza del Duomo, nella Chiesa e nel Chiostro di Sant’Agostino affiancate, in questi ultimi casi, negli ambienti interni, da opere su tela e su carta.Viene così presentato il lavoro di Roberto Barni attraverso l’esposizione di opere particolarmente iconiche realizzate negli ultimi 20 anni e che qui, a cura di Enrico Mattei, sono raccolte per l’occasione con il titolo Le cose vogliono esistere. Le opere in piazza del DuomoIn piazza trovano spazio Impresa, scultura di oltre quattro metri e mezzo, Continuo del 1999, Doppia Controversia del 2017, anch’essa di quasi cinque metri, Sadovasomaso, Impresa e Camminare in Croce che hanno accompagnato tutta la poetica recente dell’artista toscano, compresa la presenza nella Basilica di Santa Maria dei Frari durante la Biennale di Venezia del 2017, e che sono raccolte insieme per la prima volta poiché “le cose vogliono esistere dato che tra l’esserci ed il non esserci sono proprie le entità, in questo caso le sculture, che decidono di essere presenti” come afferma l’artista medesimo poiché “dotate di forza intrinseca”. Le opere nel complesso di Sant’AgostinoIn tutta la mostra compaiono sculture che autodeterminano il loro spazio: in Sant’Agostino appaiono uomini in un cestino, Capogiri d’Oro del 2017, per la prima volta in una mostra pubblica dopo la Basilica dei Frari a Venezia e nel Chiostro la Celeberrima Atto muto, la cui prima versione era stata presentata all’ingresso dei Giardini alla Biennale di Venezia del 1988.Giacché le sculture, parimenti alle cose, vogliono esistere, trovano spazio, come apparizioni, Adagio, che si manifesta nel giardino di Sant’Agostino, Remar Contro o N.S.C. nella Chiesa di Sant’Agostino.Per l’occasione sarà realizzato il catalogo della mostra con testi di Alberto Boatto ed Enrico Mattei, e proprio quest’ultimo, tra l’altro, scrive: “La mia curiosità riguardo alla ricerca scultorea di Roberto Barni è sempre stata indirizzata sulle situazioni imbarazzanti dei suoi uomini, un piccolo esercito seriale e inespressivo che si muove attraverso un’inquietudine di fondo”. E ancora: “il comune denominatore di queste sculture è il loro stile, che non è quello di farsi riconoscere, bensì per conoscere, come ci spiega l’artista. Sulla loro pelle si legge l’impronta della mano di Roberto che diventa la sua resistenza al vuoto”. Inaugurazione sabato 2 dicembre 2017 ore 12 Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00Aperture straordinarie:venerdì 8 dicembre 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiostro di S. Agostino/La Rocca, Pietrasanta ORARIO: Orari: 16.00 – 19.00 | chiuso il lunedì; sabato e domenica 10.00 – 13.00 | 16.00 – 19.00 Aperture straordinarie: lunedì 25 dicembre 16.00 – 19.00 lunedì 1 gennaio 16.00 – 19.00 INFORMAZIONI: Telefono per informazioni: +39 0584 795500 Sito ufficiale: http://www.museodeibozzetti.it

CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERI
Geri, Bonetti, Menghino e Possenti, quattro grandi maestri del ‘900 per altrettante mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città. Una carrellata di opere, molte delle quali mostrate al pubblico solo al momento della loro donazione alla città, saranno ospitate in due luoghi simbolo della cultura municipale: Villa Paolina e la Galleria d’arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani. Il filo conduttore delle mostre sarà Viareggio, il luogo dove tutti e quattro gli artisti hanno vissuto e da cui hanno tratto ispirazione. La prima mostra dal titolo Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri sarà inaugurata il giorno domenica 10 dicembre alle ore 11:00 a villa Paolina e potrà essere visitata fino al 26 gennaio. Loriano Geri è nato a Viareggio dove vive e lavora. A partire dal suo esordio (1953) ha partecipato, con notevole successo, a importanti manifestazioni d’arte sia in Italia che all’estero vincendo numerosi riconoscimenti. CONTAMINAZIONI E RIFLESSI NELLA PITTURA DI LORIANO GERIViareggio, Civici Musei di Villa Paolina, via Machiavelli 210 dicembre 2017 / 26 gennaio 2018Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: Da Mercoledì a Sabato ore 15:30 / 19:30, Domenica ore 9:30 / 13:30 e 15:30 / 19:30 INFORMAZIONI: 0584 966346 - Tel. 0584 966342 - 0584 966346