EVENTI IN PROGRAMMA PER IL PERIODO: 14/03/2018 - 24/03/2018

Mercoledì 14 marzo

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Immobile danzare nel tempo
Mercoledì 14 marzo, presso il Centro Culturale Antares di Viareggio, alle ore 21:00 ci sarà un incontro diretto dal maestro di musica René Bassani, con tema Franco Battiato. L'incontro è a ingresso libero. Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Centro Culturale al numero 0584 50151, Irene che terrà il laboratorio al numero 3334312554 o per email a TIPO: Eventi culturali LUOGO: Centro Culturale Antares, Via G. Cesare 47, Viareggio (LU), Viareggio ORARIO: ore 21.00 INFORMAZIONI: 0584 50151 - centroyogaantares@gmail.com - 0584 50151

Corso introduttivo GIMP
Vi aspettiamo per un'introduzione al programma di grafica GIMP 2.8. Un programma efficiente e gratuito, con il quale è possibile creare locandine sia semplici che più elaborate. Il programma può essere scaricato dal sito ufficiale di GIMP cliccando sul rettangolo in alto a destra rosso con scritto DOWNLOAD GIMP 2.8.22 e poi sul riquadro arancione Download GIMP 2.8.22 directly. E' necessario venire con un pc portatile e il programma già scaricato, per l'installazione possiamo anche vedere insieme! Contributo associativo 15€ Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Centro Culturale al numero 0584 50151 o per email a TIPO: Eventi culturali LUOGO: Centro Culturale Antares, Via G. Cesare 47, Viareggio (LU), Viareggio ORARIO: 10:00 - 12:00 INFORMAZIONI: 0584 50151 - centroyogaantares@gmail.com - 0584 50151

COLLETTIVA Dei pittori e scrittori per la festa della donna
La S.V. è invita al Vernissage che si terrà govedì 8 marzo 2018 alle ore 11 presso la Galleria InternazionaleGiustina AmbrosiniVanna Bigini TinelliLucia PecchiaMauro PapaleMarisa PolloniEsa Pratesi CorsiniAlfredo LuciferoClaudio RivieriMaria Elena SargentiniAmbrogina Santini AccorsiniFranco SbranaGiulio SbranaLuciana VezzosiPresenta il critico d'arte prof. Manrico Testi  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Internazionale, via Leonardo da Vinci 77, Viareggio ORARIO: Vernissage ore 11.00 INFORMAZIONI: - 0584 30969

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

L’uomo dei Macchiaioli
E' stata inaugurata ieri (22 dicembre) al Fortino l’inaugurazione della mostra L’uomo dei Macchiaioli- i molteplici sguardi di Mario Borgiotti, a cura della Fondazione Centro Matteucci per l’arte moderna di Viareggio, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli. Un evento che rientra nel calendario di Natale al Forte, promosso dall’assessorato a cultura e turismo.Un omaggio al raffinato collezionista e appassionato esperto dei Macchiaioli, ma anche un riconoscimento all’artista Mario Borgiotti, con l’esposizione di alcuni suoi paesaggi, vedute urbane e i più noti ritratti.«È con orgoglio – ha dichiarato il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci – che iniziamo la stagione culturale con una mostra significativa ed esaustiva dell’artista Borgiotti, che comprende gli anni livornesi, fiorentini e milanesi. A quarant’anni dalla sua morte, Forte dei Marmi intende onorare il grande livornese, che è stato anche un affezionato ospite della nostra città, dove aveva casa. Senza dubbio – concludono l’assessore Polacci e Tucci – quella che sarà inaugurata al Fortino, è l’esposizione più completa che sia mai stata presentata». leggi anche:[Forte dei Marmi sera]Shopping di Capodanno a Forte dei MarmiAi negozi che non rimarranno aperti è stato chiesto di lasciare almeno le luci delle vetrine accese per garantire un ambiente più caloroso e festosoDopo l’inaugurazione  la mostra rimarrà aperta al pubblico a partire da oggi (23 dicembre) e fino al 18 marzo 2018, con i seguenti orari: dal 23 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Natale a Capodanno 16 -19. Dall’8 gennaio gli orari cambieranno e l’esposizione sarà aperta e visitabile da mercoledì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì la mostra resterà chiusa. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Fortino in Piazza Garibaldi, Forte dei Marmi ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 chiuso lunedì e martedì INFORMAZIONI: 0584 280292

Ars Carnevalis
Al Mosaica Book Bar di Lido di Camaiore la nuova mostra fotografica di Iacopo Giannini Ars CarnevalarisSi intitola “Ars Carnevalaris” la nuova Mostra personale del fotografo Viareggino Iacopo Giannini, che si inaugurerà Sabato 3 Febbraio 2018 all’interno del Mosaica Book Bar di Lido di CamaioreLa mostra, che si compone di 16  fotografie in bianco e nero, selezionate dal direttore artistico Gianni Francesconi, già Facility Manager del Lucca Center of Contemporary Art Museum di Lucca, è una raccolta di immagini che rappresentano il carnevale di Viareggio.La mostra ha una doppia chiave di lettura, la prima, reportagistica, dove il fotografo Viareggino ha voluto raccontare secondo la propria chiave di lettura quella che è la manifestazione carnascialesca più importante al mondo rappresentando i carri allegorici, le maschere ed i mascheroni che fanno del carnevale la manifestazione più amata dai viareggini.La seconda chiave di lettura, è un viaggio introspettivo dell’artista, dove, attraverso gli “sguardi” dei mascheroni e delle persone ritratte, possiamo interpretare lo stato d’animo dell’autore nel suo ultimo anno, ecco che vedremo, scatti di gioia e di tristezza, di riflessione e di ambiguità.Durante l’inaugurazione, si svolgerà un dibattito alla presenza dell’autore e moderato da Simona Barberi nel quale verrà raccontato il lavoro dell’artista stesso.Iacopo Giannini, classe 1977, è un fotografo freelance Italiano, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti a carattere nazionale ed internazionale, i propri lavori fotografici sono pubblicati regolarmente sui maggiori quotidiani e settimanali Nazionali ed Esteri.La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dal 3 di Febbraio  al 15 di Marzo 2018 e visitabile presso il “Mosaica Book Bar” in  corte Anna Magnani a Lido di Camaiore dalle 8:00 alle 23:00, con giorno di chiusura la Domenica.  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Mosaica Book Bar - Via Anna Magnani, 1, Lido di Camaiore ORARIO: dalle ore 8.00 alle ore 23.00 INFORMAZIONI: Tel. 0584 67139

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Giovedì 15 marzo

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Notte da Oscar
Il programma di stasera, Giovedì 15 marzo, è "Notte da Oscar" – Le indimenticabili colonne sonore da film. Il Maestro Emilio Tieri, compositore viareggino di grandissimo livello, autore di colonne sonore per cinema e tv, accompagnato dal violino di Maria Cristina Olivieri , con le coreografie di una valente ballerina, suonerà le più belle colonne sonore di tutti i tempi, ricreando magiche ed uniche atmosfere. TEATRO  COMUNALE DI PIETRASANTA – Stagione teatralePietrasanta, piazza Duomo16 novembre 2017 / 29 marzo 2018ore 21:00Ingresso Platea: € 20,00, ridotto € 18,00. Galleria: € 12,00, ridotto € 10,00 TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro Comunale di Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: ore 21.00 INFORMAZIONI: 0584795511

COLLETTIVA Dei pittori e scrittori per la festa della donna
La S.V. è invita al Vernissage che si terrà govedì 8 marzo 2018 alle ore 11 presso la Galleria InternazionaleGiustina AmbrosiniVanna Bigini TinelliLucia PecchiaMauro PapaleMarisa PolloniEsa Pratesi CorsiniAlfredo LuciferoClaudio RivieriMaria Elena SargentiniAmbrogina Santini AccorsiniFranco SbranaGiulio SbranaLuciana VezzosiPresenta il critico d'arte prof. Manrico Testi  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Internazionale, via Leonardo da Vinci 77, Viareggio ORARIO: Vernissage ore 11.00 INFORMAZIONI: - 0584 30969

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

L’uomo dei Macchiaioli
E' stata inaugurata ieri (22 dicembre) al Fortino l’inaugurazione della mostra L’uomo dei Macchiaioli- i molteplici sguardi di Mario Borgiotti, a cura della Fondazione Centro Matteucci per l’arte moderna di Viareggio, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli. Un evento che rientra nel calendario di Natale al Forte, promosso dall’assessorato a cultura e turismo.Un omaggio al raffinato collezionista e appassionato esperto dei Macchiaioli, ma anche un riconoscimento all’artista Mario Borgiotti, con l’esposizione di alcuni suoi paesaggi, vedute urbane e i più noti ritratti.«È con orgoglio – ha dichiarato il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci – che iniziamo la stagione culturale con una mostra significativa ed esaustiva dell’artista Borgiotti, che comprende gli anni livornesi, fiorentini e milanesi. A quarant’anni dalla sua morte, Forte dei Marmi intende onorare il grande livornese, che è stato anche un affezionato ospite della nostra città, dove aveva casa. Senza dubbio – concludono l’assessore Polacci e Tucci – quella che sarà inaugurata al Fortino, è l’esposizione più completa che sia mai stata presentata». leggi anche:[Forte dei Marmi sera]Shopping di Capodanno a Forte dei MarmiAi negozi che non rimarranno aperti è stato chiesto di lasciare almeno le luci delle vetrine accese per garantire un ambiente più caloroso e festosoDopo l’inaugurazione  la mostra rimarrà aperta al pubblico a partire da oggi (23 dicembre) e fino al 18 marzo 2018, con i seguenti orari: dal 23 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Natale a Capodanno 16 -19. Dall’8 gennaio gli orari cambieranno e l’esposizione sarà aperta e visitabile da mercoledì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì la mostra resterà chiusa. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Fortino in Piazza Garibaldi, Forte dei Marmi ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 chiuso lunedì e martedì INFORMAZIONI: 0584 280292

Ars Carnevalis
Al Mosaica Book Bar di Lido di Camaiore la nuova mostra fotografica di Iacopo Giannini Ars CarnevalarisSi intitola “Ars Carnevalaris” la nuova Mostra personale del fotografo Viareggino Iacopo Giannini, che si inaugurerà Sabato 3 Febbraio 2018 all’interno del Mosaica Book Bar di Lido di CamaioreLa mostra, che si compone di 16  fotografie in bianco e nero, selezionate dal direttore artistico Gianni Francesconi, già Facility Manager del Lucca Center of Contemporary Art Museum di Lucca, è una raccolta di immagini che rappresentano il carnevale di Viareggio.La mostra ha una doppia chiave di lettura, la prima, reportagistica, dove il fotografo Viareggino ha voluto raccontare secondo la propria chiave di lettura quella che è la manifestazione carnascialesca più importante al mondo rappresentando i carri allegorici, le maschere ed i mascheroni che fanno del carnevale la manifestazione più amata dai viareggini.La seconda chiave di lettura, è un viaggio introspettivo dell’artista, dove, attraverso gli “sguardi” dei mascheroni e delle persone ritratte, possiamo interpretare lo stato d’animo dell’autore nel suo ultimo anno, ecco che vedremo, scatti di gioia e di tristezza, di riflessione e di ambiguità.Durante l’inaugurazione, si svolgerà un dibattito alla presenza dell’autore e moderato da Simona Barberi nel quale verrà raccontato il lavoro dell’artista stesso.Iacopo Giannini, classe 1977, è un fotografo freelance Italiano, vincitore di numerosi premi e riconoscimenti a carattere nazionale ed internazionale, i propri lavori fotografici sono pubblicati regolarmente sui maggiori quotidiani e settimanali Nazionali ed Esteri.La mostra rimarrà aperta tutti i giorni dal 3 di Febbraio  al 15 di Marzo 2018 e visitabile presso il “Mosaica Book Bar” in  corte Anna Magnani a Lido di Camaiore dalle 8:00 alle 23:00, con giorno di chiusura la Domenica.  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Mosaica Book Bar - Via Anna Magnani, 1, Lido di Camaiore ORARIO: dalle ore 8.00 alle ore 23.00 INFORMAZIONI: Tel. 0584 67139

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Venerdì 16 marzo

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

COLLETTIVA Dei pittori e scrittori per la festa della donna
La S.V. è invita al Vernissage che si terrà govedì 8 marzo 2018 alle ore 11 presso la Galleria InternazionaleGiustina AmbrosiniVanna Bigini TinelliLucia PecchiaMauro PapaleMarisa PolloniEsa Pratesi CorsiniAlfredo LuciferoClaudio RivieriMaria Elena SargentiniAmbrogina Santini AccorsiniFranco SbranaGiulio SbranaLuciana VezzosiPresenta il critico d'arte prof. Manrico Testi  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Internazionale, via Leonardo da Vinci 77, Viareggio ORARIO: Vernissage ore 11.00 INFORMAZIONI: - 0584 30969

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

L’uomo dei Macchiaioli
E' stata inaugurata ieri (22 dicembre) al Fortino l’inaugurazione della mostra L’uomo dei Macchiaioli- i molteplici sguardi di Mario Borgiotti, a cura della Fondazione Centro Matteucci per l’arte moderna di Viareggio, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli. Un evento che rientra nel calendario di Natale al Forte, promosso dall’assessorato a cultura e turismo.Un omaggio al raffinato collezionista e appassionato esperto dei Macchiaioli, ma anche un riconoscimento all’artista Mario Borgiotti, con l’esposizione di alcuni suoi paesaggi, vedute urbane e i più noti ritratti.«È con orgoglio – ha dichiarato il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci – che iniziamo la stagione culturale con una mostra significativa ed esaustiva dell’artista Borgiotti, che comprende gli anni livornesi, fiorentini e milanesi. A quarant’anni dalla sua morte, Forte dei Marmi intende onorare il grande livornese, che è stato anche un affezionato ospite della nostra città, dove aveva casa. Senza dubbio – concludono l’assessore Polacci e Tucci – quella che sarà inaugurata al Fortino, è l’esposizione più completa che sia mai stata presentata». leggi anche:[Forte dei Marmi sera]Shopping di Capodanno a Forte dei MarmiAi negozi che non rimarranno aperti è stato chiesto di lasciare almeno le luci delle vetrine accese per garantire un ambiente più caloroso e festosoDopo l’inaugurazione  la mostra rimarrà aperta al pubblico a partire da oggi (23 dicembre) e fino al 18 marzo 2018, con i seguenti orari: dal 23 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Natale a Capodanno 16 -19. Dall’8 gennaio gli orari cambieranno e l’esposizione sarà aperta e visitabile da mercoledì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì la mostra resterà chiusa. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Fortino in Piazza Garibaldi, Forte dei Marmi ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 chiuso lunedì e martedì INFORMAZIONI: 0584 280292

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Sabato 17 marzo

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Laboratorio di Monotipi
Sabato 17 marzo, presso il Centro Culturale Antares di Viareggio, ci sarà il laboratorio di Monotipi, per bambini dai 5 ai 12 anni, per tutti i bimbi che hanno voglia di sperimentare la loro creatività cominciando a capire come si fanno le stampe utilizzando materiali inaspettati! Dalle ore 16:00 alle ore 17:30 Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Centro Culturale al numero 0584 50151, Irene che terrà il laboratorio al numero 3334312554 o per email a TIPO: Eventi per bambini LUOGO: Centro Culturale Antares, Via G. Cesare 47, Viareggio (LU), Viareggio ORARIO: Dalle ore 16:00 alle ore 17:30 INFORMAZIONI: 0584 50151 - centroyogaantares@gmail.com - 0584 50151

COLLETTIVA Dei pittori e scrittori per la festa della donna
La S.V. è invita al Vernissage che si terrà govedì 8 marzo 2018 alle ore 11 presso la Galleria InternazionaleGiustina AmbrosiniVanna Bigini TinelliLucia PecchiaMauro PapaleMarisa PolloniEsa Pratesi CorsiniAlfredo LuciferoClaudio RivieriMaria Elena SargentiniAmbrogina Santini AccorsiniFranco SbranaGiulio SbranaLuciana VezzosiPresenta il critico d'arte prof. Manrico Testi  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Internazionale, via Leonardo da Vinci 77, Viareggio ORARIO: Vernissage ore 11.00 INFORMAZIONI: - 0584 30969

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

L’uomo dei Macchiaioli
E' stata inaugurata ieri (22 dicembre) al Fortino l’inaugurazione della mostra L’uomo dei Macchiaioli- i molteplici sguardi di Mario Borgiotti, a cura della Fondazione Centro Matteucci per l’arte moderna di Viareggio, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli. Un evento che rientra nel calendario di Natale al Forte, promosso dall’assessorato a cultura e turismo.Un omaggio al raffinato collezionista e appassionato esperto dei Macchiaioli, ma anche un riconoscimento all’artista Mario Borgiotti, con l’esposizione di alcuni suoi paesaggi, vedute urbane e i più noti ritratti.«È con orgoglio – ha dichiarato il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci – che iniziamo la stagione culturale con una mostra significativa ed esaustiva dell’artista Borgiotti, che comprende gli anni livornesi, fiorentini e milanesi. A quarant’anni dalla sua morte, Forte dei Marmi intende onorare il grande livornese, che è stato anche un affezionato ospite della nostra città, dove aveva casa. Senza dubbio – concludono l’assessore Polacci e Tucci – quella che sarà inaugurata al Fortino, è l’esposizione più completa che sia mai stata presentata». leggi anche:[Forte dei Marmi sera]Shopping di Capodanno a Forte dei MarmiAi negozi che non rimarranno aperti è stato chiesto di lasciare almeno le luci delle vetrine accese per garantire un ambiente più caloroso e festosoDopo l’inaugurazione  la mostra rimarrà aperta al pubblico a partire da oggi (23 dicembre) e fino al 18 marzo 2018, con i seguenti orari: dal 23 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Natale a Capodanno 16 -19. Dall’8 gennaio gli orari cambieranno e l’esposizione sarà aperta e visitabile da mercoledì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì la mostra resterà chiusa. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Fortino in Piazza Garibaldi, Forte dei Marmi ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 chiuso lunedì e martedì INFORMAZIONI: 0584 280292

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Domenica 18 marzo

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

COLLETTIVA Dei pittori e scrittori per la festa della donna
La S.V. è invita al Vernissage che si terrà govedì 8 marzo 2018 alle ore 11 presso la Galleria InternazionaleGiustina AmbrosiniVanna Bigini TinelliLucia PecchiaMauro PapaleMarisa PolloniEsa Pratesi CorsiniAlfredo LuciferoClaudio RivieriMaria Elena SargentiniAmbrogina Santini AccorsiniFranco SbranaGiulio SbranaLuciana VezzosiPresenta il critico d'arte prof. Manrico Testi  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria Internazionale, via Leonardo da Vinci 77, Viareggio ORARIO: Vernissage ore 11.00 INFORMAZIONI: - 0584 30969

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

L’uomo dei Macchiaioli
E' stata inaugurata ieri (22 dicembre) al Fortino l’inaugurazione della mostra L’uomo dei Macchiaioli- i molteplici sguardi di Mario Borgiotti, a cura della Fondazione Centro Matteucci per l’arte moderna di Viareggio, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli. Un evento che rientra nel calendario di Natale al Forte, promosso dall’assessorato a cultura e turismo.Un omaggio al raffinato collezionista e appassionato esperto dei Macchiaioli, ma anche un riconoscimento all’artista Mario Borgiotti, con l’esposizione di alcuni suoi paesaggi, vedute urbane e i più noti ritratti.«È con orgoglio – ha dichiarato il presidente di Villa Bertelli Ermindo Tucci – che iniziamo la stagione culturale con una mostra significativa ed esaustiva dell’artista Borgiotti, che comprende gli anni livornesi, fiorentini e milanesi. A quarant’anni dalla sua morte, Forte dei Marmi intende onorare il grande livornese, che è stato anche un affezionato ospite della nostra città, dove aveva casa. Senza dubbio – concludono l’assessore Polacci e Tucci – quella che sarà inaugurata al Fortino, è l’esposizione più completa che sia mai stata presentata». leggi anche:[Forte dei Marmi sera]Shopping di Capodanno a Forte dei MarmiAi negozi che non rimarranno aperti è stato chiesto di lasciare almeno le luci delle vetrine accese per garantire un ambiente più caloroso e festosoDopo l’inaugurazione  la mostra rimarrà aperta al pubblico a partire da oggi (23 dicembre) e fino al 18 marzo 2018, con i seguenti orari: dal 23 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Natale a Capodanno 16 -19. Dall’8 gennaio gli orari cambieranno e l’esposizione sarà aperta e visitabile da mercoledì a domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Lunedì e martedì la mostra resterà chiusa. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Fortino in Piazza Garibaldi, Forte dei Marmi ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 19.00 chiuso lunedì e martedì INFORMAZIONI: 0584 280292

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Lunedì 19 marzo

CUORI SCATENATI
CUORI SCATENATIdi Diego Ruizcon Sergio Muniz, Diego Ruiz, Francesca Nunzi e Maria Lauria regia Diego Ruizproduzione MenteComica Il ritorno di fiamma, si sa, può essere molto pericoloso. Quando il fuoco della passione sia accende tra Diego e Francesca, le scintille divampano in maniera esagerata!Se poi a spegnere l’incendio ci si mette uno come Sergio Muniz, la situazione diventa veramente incontrollabile!E cosa succederebbe se la futura sposa, praticamente con un piede sull’altare, venisse a scoprire tutto?Una coppia scoppiata da anni si incontra clandestinamente per un’insensata ultima notte d’amore prima di suggellare il divorzio definitivo, ma gli imprevisti sono dietro l’angolo, anzi dietro la porta.Arriva la nuova esilarante commedia di Diego Ruiz, ormai esperto nel mettere in scena i rapporti di coppia e le sue innumerevoli sfaccettature, che questa volta affronta gli amori ormai finiti che in realtà non finiscono mai.Vale la pena dare una seconda possibilità? Oppure si rischia di ritrovarsi la solita minestra riscaldata?Riuscirà mai un nuovo amore a non subire il fastidiosissimo paragone con quello pecedente?E come la mettiamo col tradimento? La fedeltà è una predisposizione mentale, una scelta morale o un’imposizione?Questi e tanti altri interrogativi sono alla base di questa spassosa commedia in cui tutti i personaggi si trovano nel posto sbagliato nel momento più sbagliato, dando vita a una girandola di equivoci e situazioni paradossali che li porteranno a ricorrere a tutto il loro sangue freddo per gestire una serata che li metterà a dura prova. Una serata che farà a dir poco fibrillare quattro cuori scatenati! TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro dell'Olivo via Vittorio Emanuele, Camaiore ORARIO: ore 21.00 INFORMAZIONI: Teatro dell'Olivo Tel. +39 0584 986333 / + 39 0584986334 - +39 0584 986333 / + 39 0584986334

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Martedì 20 marzo

Appunti di Vita
Quasi un’autobiografia emozionale quella che Bruno Madeddu presenta fino a domenica 8 aprile alla Galleria La Seravezziana di piazza Carducci nell’ambito della quindicesima edizione di Seravezza Fotografia. Immagini come appunti di viaggio, che fissano l’emozione di un incontro, di un momento magico, di una scoperta. Che rivelano la profonda empatia dell’autore per il mondo che lo circonda, la sua originale visione dei luoghi, l’afflato con le persone. La mostra, dal titolo “Appunti di Vita”, raccoglie ventinove immagini in bianco e nero selezionate da Carlo Ciappi e Ivo Balderi fra le migliaia che Madeddu ha realizzato nel corso dei suoi viaggi più recenti. Un lungo percorso che muove dall’est europeo – con lo scatto simbolo dell’esposizione, premiato dalla FIAF come foto dell’anno 2017 –, per proseguire in direzione Nepal e India, tornando poi verso la moderna civiltà delle capitali europee e chiudersi nella Sardegna che è la terra d’origine dell’autore, nativo di Cagliari ma cresciuto a Sarzana. «Sono immagini che mettono al centro l’uomo, che esprimono la mia voglia di comunicare, di capire le situazioni, di conoscere e farmi conoscere», spiega Madeddu. «I luoghi in realtà non sono così importanti. Scattare davanti a casa o a diecimila chilometri di distanza, per me, non fa differenza».Il curatore Carlo Ciappi ha compiuto la sua selezione cercando di far risaltare l’originalità dello stile di Madeddu, capace di dare sempre un taglio personale alle immagini, badando molto all’emozione del momento e al modo in cui essa può essere veicolata con immediatezza verso il pubblico. «Le immagini raccontano di una bellezza autentica, priva di orpelli superflui e non utili all’intuizione della situazione fotografata», spiega Ciappi. «Bella fotografia, quindi, meglio dire altamente icastica, perentoriamente descrittiva, al punto da far ascrivere di diritto Madeddu nel novero degli artisti capaci di portare avanti la buona fotografia».Bruno Madeddu ha iniziato a scattare giovanissimo, crescendo da autodidatta attraverso pellicola, polaroid e infine digitale e studiando le opere dei grandi maestri. In carriera ha raccolto diverse onorificenze e totalizzato tremila ammissioni ai concorsi FIAF e FIAP, con oltre duecento vittorie e molti premi vinti in Italia e all’estero. Ha all’attivo oltre sessanta mostre fotografiche in varie città italiane, due collettive internazionali e due distinti progetti nel Circuito mostre FIAF.La mostra “Appunti di Vita” è ad ingresso libero e si può vistare dal lunedì al sabato (chiuso il martedì) con orario continuato 9:00-20:00. Info: 0584 757443, 0584 756046, ,  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria La Seravezziana - Piazza Carducci 83, Seravezza ORARIO: dalle ore 9.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443, 0584 756046, segreteria@terremedicee.it, www.seravezzafotografia.it

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Mercoledì 21 marzo

“L’Irreale realtà”
Prosegue fino al  4 marzo nelle sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), la mostra fotografica di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale realtà”, primo evento del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea” promosso dal Comune di Massa con la direzione artistica di Mauro Daniele Lucchesi dell’associazione Quattro Coronati. Una mostra che sta ottenendo un grande successo grazie all’interesse e la curiosità verso le immagini di Bart Herreman, fotografo belga trapiantato a Milano. Il percorso espositivo presenta 30 fotografie, alcune di grandi dimensioni, che lo stesso autore definisce “assemblaggi di immagini” perché si tratta di più scatti messi insieme e ritoccati con photoshop per creare “situazioni che non esistono” dice l’artista, e “mondi  immaginari che fanno sognare”. L’immagine di un rinoceronte fotografato allo zoo con il manto di una zebra è il simbolo della personale di Herreman; i cieli sono ingranditi all’ennesima potenza; un buco nel cemento diventa un lago su cui si specchiano giraffe e zebre; il pavimento di casa sembra una distesa infinita di sabbia, o immagini che ritraggono animali come rinoceronti e giraffe nella piazza Aranci di Massa o nello stesso Palazzo Ducale.  Herremann inserisce ombre e profondità, attratto da tutto quello che l’occhio umano non riesce a vedere o non immagina. Nelle sue immagini traspare con forza la lezione dei “maestri” del surrealismo; nelle immagini sconnesse e connesse insieme, che dicono tutto e niente, insignificanti o piene di simboli troviamo il geometrismo impazzito o ordinato di Mirò lasciando all’osservatore la facoltà di decidere cosa vedere (vedi l’opera “Ivo”); da Ernst l’intreccio delle immagini e delle situazione che spiazzano il pubblico che non riesce ad “uscire” da quella apparente illogicità (come l’opera “Mystic River”); da Magritte il piacere di giocare con le immagini combinando il reale con il fantastico (ad esempio nell’opera “Smoke” dove una giraffa solitaria con la testa tra le nuvole “visita” il salone dei ricevimenti della Venaria di Torino); da Dalì la straordinaria capacità  eclettica della “transformazione” delle immagini. “Bart Herreman, con le sue fotografie – spiega il curatore Mauro Daniele Lucchesi – colme di straordinaria capacità realizzativa, ci svela il suo mondo immaginario fatto di convivenze impossibili, uomini sbigottiti e animali disinvolti, stimolando o meglio facendo riemergere l’immaginazione sopita, di imporre allo sguardo la rappresentazione di qualcosa che oltrepassa il reale, una sorta di viaggio infinito senza limiti di tempo e luoghi. In ogni composizione – prosegue – c’è sempre qualcosa di sorprendente, di artificioso e nello stesso tempo di  rivelatore. Ogni sua opera ha la capacità di rappresentare i sogni, le visioni e le fantasie di chi la osserva. Davanti  alle opere di Bart Herreman la straordinaria capacità tecnica realizzativa passa in secondo piano rispetto al messaggio che l’artista ci vuole inviare, un modo di vivere, una “filosofia” che spinge a  travalicare i nostri limiti, a perseguire obiettivi apparentemente irraggiungibili – conclude Lucchesi- , a superare ostacoli apparentemente insormontabili”.La mostra, che si avvale anche della collaborazione con la Fondazione Terre Medicee di Seravezza (LU) e di IBagency, che hanno prestato cortesemente alcune opere, sarà aperta ad ingresso libero dal 20 gennaio al  4 marzo 2018  nel Salone degli Specchi e nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Ducale di Massa (Ms), il bellissimo Palazzo tardo rinascimentale costruito dalla famiglia Cybo Malaspina, in Piazza Aranci 35, da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web:  ; Associazione Quattro Coronati:  tel:  +39 328-8375423, e-mail: TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Ducale, Massa (MS), Massa ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web: www.comune.massa.ms.it ; Associazione Quattro Coronati: tel: +39 328-8375423, e-mail: maurolucchesi8@gmail.com

Blurred
Una Pietrasanta diversa, lontana dalle immagini da cartolina. Un racconto “Blurred”, nebuloso, confuso, che conferisce un alone di mistero alle immagini creando, nell’indeterminatezza di spazio e tempo, un’intimità, una dimensione onirica. Il gruppo fotografico Iperfocale, nato a Pietrasanta nel 2013, sulla spinta di sette amici fotoamatori, presenta in Sala delle Grasce – Complesso di Sant’Agostino, da sabato 17 marzo al 2 aprile, un percorso espositivo che parla di Pietrasanta nel suo rapporto con l’arte, i luoghi, la sua gente e un sentimento intimo svelato. Gli autori degli scatti sono: Anna Signorini, Antonio Lombardini, Cinzia Tognocchi, Cristina Sergi, Daniele Picchi, Ermanno Gianneschi, Libero Musetti, Luca Romano, Luigi Rossini, Marzio Vizzoni, Michele Martinelli, Roberto Paglianti, Simone Batini, Stefania Baldacci. La mostra che s’inaugura sabato alle ore 17, sarà visitabile nei giorni di venerdì, sabato e festivi, nell’orario 16-19.30, ad ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: 0584 795500

Nati per leggere
Nuovo appuntamento con i laboratori di Nati per Leggere. Mercoledì 21 marzo dalle 16,30 alle 17,30 si terrà, alla biblioteca comunale “Lorenzo Quartieri” di Forte dei Marmi, un incontro di lettura ad alta voce rivolto ai piccoli da 0 a 3 anni. Ingresso libero. Per informazioni:Biblioteca comunale “Lorenzo Quartieri”c/o Villa Bertelli, via Mazzini 200, Forte dei Marmitelefono: 0584 280265email: TIPO: Eventi per bambini LUOGO: Biblioteca Comunale L. Quartieri, via Mazzini 200 (Forte dei Marmi), Forte dei Marmi ORARIO: ore 16.30 INFORMAZIONI: telefono: 0584 280265 email: biblioteca@comunefdm.it

“Di luoghi di cose di case”
Saranno le poesie di Olga Rita Rovai le protagonista dell’appuntamento di domani – mercoledì 21 marzo a Villa Argentina (Viareggio), alle 17,30, per la rassegna letteraria “Di mercoledì” promossa dalla Provincia di Lucca.“Di luoghi di cose di case” è il titolo della raccolta poetica edita da Giovane Holden Edizioni. Alla presentazione, oltre all’autrice, parteciperà e coordinerà l’incontro Francesco Grassi Nicolai della casa editrice.“La poesia vera è quella che si fa riconoscere per due attributi fondamentali: la sincerità emotiva e l’armonia interna – scrive G.P Del Bianco nella prefazione del libro – . Sincerità e armonia nella forma e nel contenuto. Basta, dunque, scrivere poesie per essere poeti? Ovviamente no. Il poeta è colui che coglie la poesia del quotidiano e la traduce in parole per tutti. Colui che sa trovare per me le parole che io da solo non troverei, per descrivere il mio mondo interiore. Proprio per questo Olga Rita Rovai è una poetessa. Lo è integralmente, perché è costantemente in contatto con il proprio mondo emotivo, abbarbicata alle emozioni, che fluiscono nei suoi versi, (…), quasi senza la mediazione di quella mente che, con le sue trappole, troppo spesso inquina la nostra percezione, come un cucchiaio sporco modifica il sapore del cibo nella bocca”.Olga Rita Rovai è nata a Pietrasanta e vive a Camaiore. Da sempre coltiva interessi in campo sociale, sindacale e politico ed ha avuto un ruolo attivo in varie Associazioni del territorio. Un diploma di ragioniera conseguito in gioventù, un diploma di Consulente familiare conseguito nel 2005 e un diploma franco-italiano di Grafologia nel 2013. Ha coltivato diverse passioni: dallo yoga alla montagna, ora il tango argentino. Ha pubblicato La Prima Colazione nel 2010 eDonna. Brevi ricette nel 2015 Edizioni Cinquemarzo. Ha partecipato a numerosi premi letterari ottenendo importanti riconoscimenti.L’evento è inserito nel programma 8 marzo e dintorni disponibile su L’ingresso all’incontro è libero fin ad esaurimento posti.Info: 0584-1647600 o pagina Facebook “Villa Argentina Viareggio”. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Viareggio Villa Argentina Via Fratti, 44 (angolo via Vespucci) (Viareggio), Viareggio ORARIO: ore 17.30 INFORMAZIONI: 0584-1647600 o pagina Facebook “Villa Argentina Viareggio”.

Appunti di Vita
Quasi un’autobiografia emozionale quella che Bruno Madeddu presenta fino a domenica 8 aprile alla Galleria La Seravezziana di piazza Carducci nell’ambito della quindicesima edizione di Seravezza Fotografia. Immagini come appunti di viaggio, che fissano l’emozione di un incontro, di un momento magico, di una scoperta. Che rivelano la profonda empatia dell’autore per il mondo che lo circonda, la sua originale visione dei luoghi, l’afflato con le persone. La mostra, dal titolo “Appunti di Vita”, raccoglie ventinove immagini in bianco e nero selezionate da Carlo Ciappi e Ivo Balderi fra le migliaia che Madeddu ha realizzato nel corso dei suoi viaggi più recenti. Un lungo percorso che muove dall’est europeo – con lo scatto simbolo dell’esposizione, premiato dalla FIAF come foto dell’anno 2017 –, per proseguire in direzione Nepal e India, tornando poi verso la moderna civiltà delle capitali europee e chiudersi nella Sardegna che è la terra d’origine dell’autore, nativo di Cagliari ma cresciuto a Sarzana. «Sono immagini che mettono al centro l’uomo, che esprimono la mia voglia di comunicare, di capire le situazioni, di conoscere e farmi conoscere», spiega Madeddu. «I luoghi in realtà non sono così importanti. Scattare davanti a casa o a diecimila chilometri di distanza, per me, non fa differenza».Il curatore Carlo Ciappi ha compiuto la sua selezione cercando di far risaltare l’originalità dello stile di Madeddu, capace di dare sempre un taglio personale alle immagini, badando molto all’emozione del momento e al modo in cui essa può essere veicolata con immediatezza verso il pubblico. «Le immagini raccontano di una bellezza autentica, priva di orpelli superflui e non utili all’intuizione della situazione fotografata», spiega Ciappi. «Bella fotografia, quindi, meglio dire altamente icastica, perentoriamente descrittiva, al punto da far ascrivere di diritto Madeddu nel novero degli artisti capaci di portare avanti la buona fotografia».Bruno Madeddu ha iniziato a scattare giovanissimo, crescendo da autodidatta attraverso pellicola, polaroid e infine digitale e studiando le opere dei grandi maestri. In carriera ha raccolto diverse onorificenze e totalizzato tremila ammissioni ai concorsi FIAF e FIAP, con oltre duecento vittorie e molti premi vinti in Italia e all’estero. Ha all’attivo oltre sessanta mostre fotografiche in varie città italiane, due collettive internazionali e due distinti progetti nel Circuito mostre FIAF.La mostra “Appunti di Vita” è ad ingresso libero e si può vistare dal lunedì al sabato (chiuso il martedì) con orario continuato 9:00-20:00. Info: 0584 757443, 0584 756046, ,  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria La Seravezziana - Piazza Carducci 83, Seravezza ORARIO: dalle ore 9.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443, 0584 756046, segreteria@terremedicee.it, www.seravezzafotografia.it

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Giovedì 22 marzo

“L’Irreale realtà”
Prosegue fino al  4 marzo nelle sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), la mostra fotografica di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale realtà”, primo evento del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea” promosso dal Comune di Massa con la direzione artistica di Mauro Daniele Lucchesi dell’associazione Quattro Coronati. Una mostra che sta ottenendo un grande successo grazie all’interesse e la curiosità verso le immagini di Bart Herreman, fotografo belga trapiantato a Milano. Il percorso espositivo presenta 30 fotografie, alcune di grandi dimensioni, che lo stesso autore definisce “assemblaggi di immagini” perché si tratta di più scatti messi insieme e ritoccati con photoshop per creare “situazioni che non esistono” dice l’artista, e “mondi  immaginari che fanno sognare”. L’immagine di un rinoceronte fotografato allo zoo con il manto di una zebra è il simbolo della personale di Herreman; i cieli sono ingranditi all’ennesima potenza; un buco nel cemento diventa un lago su cui si specchiano giraffe e zebre; il pavimento di casa sembra una distesa infinita di sabbia, o immagini che ritraggono animali come rinoceronti e giraffe nella piazza Aranci di Massa o nello stesso Palazzo Ducale.  Herremann inserisce ombre e profondità, attratto da tutto quello che l’occhio umano non riesce a vedere o non immagina. Nelle sue immagini traspare con forza la lezione dei “maestri” del surrealismo; nelle immagini sconnesse e connesse insieme, che dicono tutto e niente, insignificanti o piene di simboli troviamo il geometrismo impazzito o ordinato di Mirò lasciando all’osservatore la facoltà di decidere cosa vedere (vedi l’opera “Ivo”); da Ernst l’intreccio delle immagini e delle situazione che spiazzano il pubblico che non riesce ad “uscire” da quella apparente illogicità (come l’opera “Mystic River”); da Magritte il piacere di giocare con le immagini combinando il reale con il fantastico (ad esempio nell’opera “Smoke” dove una giraffa solitaria con la testa tra le nuvole “visita” il salone dei ricevimenti della Venaria di Torino); da Dalì la straordinaria capacità  eclettica della “transformazione” delle immagini. “Bart Herreman, con le sue fotografie – spiega il curatore Mauro Daniele Lucchesi – colme di straordinaria capacità realizzativa, ci svela il suo mondo immaginario fatto di convivenze impossibili, uomini sbigottiti e animali disinvolti, stimolando o meglio facendo riemergere l’immaginazione sopita, di imporre allo sguardo la rappresentazione di qualcosa che oltrepassa il reale, una sorta di viaggio infinito senza limiti di tempo e luoghi. In ogni composizione – prosegue – c’è sempre qualcosa di sorprendente, di artificioso e nello stesso tempo di  rivelatore. Ogni sua opera ha la capacità di rappresentare i sogni, le visioni e le fantasie di chi la osserva. Davanti  alle opere di Bart Herreman la straordinaria capacità tecnica realizzativa passa in secondo piano rispetto al messaggio che l’artista ci vuole inviare, un modo di vivere, una “filosofia” che spinge a  travalicare i nostri limiti, a perseguire obiettivi apparentemente irraggiungibili – conclude Lucchesi- , a superare ostacoli apparentemente insormontabili”.La mostra, che si avvale anche della collaborazione con la Fondazione Terre Medicee di Seravezza (LU) e di IBagency, che hanno prestato cortesemente alcune opere, sarà aperta ad ingresso libero dal 20 gennaio al  4 marzo 2018  nel Salone degli Specchi e nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Ducale di Massa (Ms), il bellissimo Palazzo tardo rinascimentale costruito dalla famiglia Cybo Malaspina, in Piazza Aranci 35, da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web:  ; Associazione Quattro Coronati:  tel:  +39 328-8375423, e-mail: TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Ducale, Massa (MS), Massa ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web: www.comune.massa.ms.it ; Associazione Quattro Coronati: tel: +39 328-8375423, e-mail: maurolucchesi8@gmail.com

Blurred
Una Pietrasanta diversa, lontana dalle immagini da cartolina. Un racconto “Blurred”, nebuloso, confuso, che conferisce un alone di mistero alle immagini creando, nell’indeterminatezza di spazio e tempo, un’intimità, una dimensione onirica. Il gruppo fotografico Iperfocale, nato a Pietrasanta nel 2013, sulla spinta di sette amici fotoamatori, presenta in Sala delle Grasce – Complesso di Sant’Agostino, da sabato 17 marzo al 2 aprile, un percorso espositivo che parla di Pietrasanta nel suo rapporto con l’arte, i luoghi, la sua gente e un sentimento intimo svelato. Gli autori degli scatti sono: Anna Signorini, Antonio Lombardini, Cinzia Tognocchi, Cristina Sergi, Daniele Picchi, Ermanno Gianneschi, Libero Musetti, Luca Romano, Luigi Rossini, Marzio Vizzoni, Michele Martinelli, Roberto Paglianti, Simone Batini, Stefania Baldacci. La mostra che s’inaugura sabato alle ore 17, sarà visitabile nei giorni di venerdì, sabato e festivi, nell’orario 16-19.30, ad ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: 0584 795500

Appunti di Vita
Quasi un’autobiografia emozionale quella che Bruno Madeddu presenta fino a domenica 8 aprile alla Galleria La Seravezziana di piazza Carducci nell’ambito della quindicesima edizione di Seravezza Fotografia. Immagini come appunti di viaggio, che fissano l’emozione di un incontro, di un momento magico, di una scoperta. Che rivelano la profonda empatia dell’autore per il mondo che lo circonda, la sua originale visione dei luoghi, l’afflato con le persone. La mostra, dal titolo “Appunti di Vita”, raccoglie ventinove immagini in bianco e nero selezionate da Carlo Ciappi e Ivo Balderi fra le migliaia che Madeddu ha realizzato nel corso dei suoi viaggi più recenti. Un lungo percorso che muove dall’est europeo – con lo scatto simbolo dell’esposizione, premiato dalla FIAF come foto dell’anno 2017 –, per proseguire in direzione Nepal e India, tornando poi verso la moderna civiltà delle capitali europee e chiudersi nella Sardegna che è la terra d’origine dell’autore, nativo di Cagliari ma cresciuto a Sarzana. «Sono immagini che mettono al centro l’uomo, che esprimono la mia voglia di comunicare, di capire le situazioni, di conoscere e farmi conoscere», spiega Madeddu. «I luoghi in realtà non sono così importanti. Scattare davanti a casa o a diecimila chilometri di distanza, per me, non fa differenza».Il curatore Carlo Ciappi ha compiuto la sua selezione cercando di far risaltare l’originalità dello stile di Madeddu, capace di dare sempre un taglio personale alle immagini, badando molto all’emozione del momento e al modo in cui essa può essere veicolata con immediatezza verso il pubblico. «Le immagini raccontano di una bellezza autentica, priva di orpelli superflui e non utili all’intuizione della situazione fotografata», spiega Ciappi. «Bella fotografia, quindi, meglio dire altamente icastica, perentoriamente descrittiva, al punto da far ascrivere di diritto Madeddu nel novero degli artisti capaci di portare avanti la buona fotografia».Bruno Madeddu ha iniziato a scattare giovanissimo, crescendo da autodidatta attraverso pellicola, polaroid e infine digitale e studiando le opere dei grandi maestri. In carriera ha raccolto diverse onorificenze e totalizzato tremila ammissioni ai concorsi FIAF e FIAP, con oltre duecento vittorie e molti premi vinti in Italia e all’estero. Ha all’attivo oltre sessanta mostre fotografiche in varie città italiane, due collettive internazionali e due distinti progetti nel Circuito mostre FIAF.La mostra “Appunti di Vita” è ad ingresso libero e si può vistare dal lunedì al sabato (chiuso il martedì) con orario continuato 9:00-20:00. Info: 0584 757443, 0584 756046, ,  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria La Seravezziana - Piazza Carducci 83, Seravezza ORARIO: dalle ore 9.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443, 0584 756046, segreteria@terremedicee.it, www.seravezzafotografia.it

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Venerdì 23 marzo

“L’Irreale realtà”
Prosegue fino al  4 marzo nelle sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), la mostra fotografica di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale realtà”, primo evento del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea” promosso dal Comune di Massa con la direzione artistica di Mauro Daniele Lucchesi dell’associazione Quattro Coronati. Una mostra che sta ottenendo un grande successo grazie all’interesse e la curiosità verso le immagini di Bart Herreman, fotografo belga trapiantato a Milano. Il percorso espositivo presenta 30 fotografie, alcune di grandi dimensioni, che lo stesso autore definisce “assemblaggi di immagini” perché si tratta di più scatti messi insieme e ritoccati con photoshop per creare “situazioni che non esistono” dice l’artista, e “mondi  immaginari che fanno sognare”. L’immagine di un rinoceronte fotografato allo zoo con il manto di una zebra è il simbolo della personale di Herreman; i cieli sono ingranditi all’ennesima potenza; un buco nel cemento diventa un lago su cui si specchiano giraffe e zebre; il pavimento di casa sembra una distesa infinita di sabbia, o immagini che ritraggono animali come rinoceronti e giraffe nella piazza Aranci di Massa o nello stesso Palazzo Ducale.  Herremann inserisce ombre e profondità, attratto da tutto quello che l’occhio umano non riesce a vedere o non immagina. Nelle sue immagini traspare con forza la lezione dei “maestri” del surrealismo; nelle immagini sconnesse e connesse insieme, che dicono tutto e niente, insignificanti o piene di simboli troviamo il geometrismo impazzito o ordinato di Mirò lasciando all’osservatore la facoltà di decidere cosa vedere (vedi l’opera “Ivo”); da Ernst l’intreccio delle immagini e delle situazione che spiazzano il pubblico che non riesce ad “uscire” da quella apparente illogicità (come l’opera “Mystic River”); da Magritte il piacere di giocare con le immagini combinando il reale con il fantastico (ad esempio nell’opera “Smoke” dove una giraffa solitaria con la testa tra le nuvole “visita” il salone dei ricevimenti della Venaria di Torino); da Dalì la straordinaria capacità  eclettica della “transformazione” delle immagini. “Bart Herreman, con le sue fotografie – spiega il curatore Mauro Daniele Lucchesi – colme di straordinaria capacità realizzativa, ci svela il suo mondo immaginario fatto di convivenze impossibili, uomini sbigottiti e animali disinvolti, stimolando o meglio facendo riemergere l’immaginazione sopita, di imporre allo sguardo la rappresentazione di qualcosa che oltrepassa il reale, una sorta di viaggio infinito senza limiti di tempo e luoghi. In ogni composizione – prosegue – c’è sempre qualcosa di sorprendente, di artificioso e nello stesso tempo di  rivelatore. Ogni sua opera ha la capacità di rappresentare i sogni, le visioni e le fantasie di chi la osserva. Davanti  alle opere di Bart Herreman la straordinaria capacità tecnica realizzativa passa in secondo piano rispetto al messaggio che l’artista ci vuole inviare, un modo di vivere, una “filosofia” che spinge a  travalicare i nostri limiti, a perseguire obiettivi apparentemente irraggiungibili – conclude Lucchesi- , a superare ostacoli apparentemente insormontabili”.La mostra, che si avvale anche della collaborazione con la Fondazione Terre Medicee di Seravezza (LU) e di IBagency, che hanno prestato cortesemente alcune opere, sarà aperta ad ingresso libero dal 20 gennaio al  4 marzo 2018  nel Salone degli Specchi e nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Ducale di Massa (Ms), il bellissimo Palazzo tardo rinascimentale costruito dalla famiglia Cybo Malaspina, in Piazza Aranci 35, da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web:  ; Associazione Quattro Coronati:  tel:  +39 328-8375423, e-mail: TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Ducale, Massa (MS), Massa ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web: www.comune.massa.ms.it ; Associazione Quattro Coronati: tel: +39 328-8375423, e-mail: maurolucchesi8@gmail.com

Blurred
Una Pietrasanta diversa, lontana dalle immagini da cartolina. Un racconto “Blurred”, nebuloso, confuso, che conferisce un alone di mistero alle immagini creando, nell’indeterminatezza di spazio e tempo, un’intimità, una dimensione onirica. Il gruppo fotografico Iperfocale, nato a Pietrasanta nel 2013, sulla spinta di sette amici fotoamatori, presenta in Sala delle Grasce – Complesso di Sant’Agostino, da sabato 17 marzo al 2 aprile, un percorso espositivo che parla di Pietrasanta nel suo rapporto con l’arte, i luoghi, la sua gente e un sentimento intimo svelato. Gli autori degli scatti sono: Anna Signorini, Antonio Lombardini, Cinzia Tognocchi, Cristina Sergi, Daniele Picchi, Ermanno Gianneschi, Libero Musetti, Luca Romano, Luigi Rossini, Marzio Vizzoni, Michele Martinelli, Roberto Paglianti, Simone Batini, Stefania Baldacci. La mostra che s’inaugura sabato alle ore 17, sarà visitabile nei giorni di venerdì, sabato e festivi, nell’orario 16-19.30, ad ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: 0584 795500

Una gabbia matti
Venerdì 23 marzo 2018, si terrà al teatro dell’Olivo di Camaiore, con il patrocinio del Comune di Camaiore, la nuova commedia brillante e in vernacolo camaiorese dal titolo UNA GABBIA DI MATTI di Luca Santini con il supporto della direzione artistica di Susanna Altemura, e stavolta, con l’inserimento all’interno della piecè, di alcuni personaggi tratti dal libro di Aldo Marchi.A proporcela sarà la nota Compagnia camaiorese Animateamus e vedrà tra gli interpreti Giorgio Gori, Giada Fedi, Letizia Schiavi, Nicola Giannini, Barbara Salvestrini, Irene Rosi, Alessandra Giannini, Andrea Roncoli, Alberto Orsi, Paolo Altemura, Eleonora Benassi, Alessia Boggi e con il debutto di Gabriele Mecchi.La storia ambientata negli anni ’60, sullo sfondo di una Camaiore ricca di personaggi e umanità che narra le vicende di una famiglia alle prese con vari problemi familiari. Sulla scena appariranno un figlio ritardato, una figlia devotissima a Santa Zita, ed un’altra convinta di sfondare nel mondo del canto, oltre ad una cognata iettatrice, per la quale sarà necessario un pericoloso e mal riuscito esorcismo. Il tutto si intreccia con una inaspettata  comparsa dei protagonisti in tribunale per un prestito non restituito ed una fantastica giornata passata al Bar Del Dotto, con la messa in scena dei personaggi tratti dal libro di Aldo Marchi (Capitan Clack, Ovunque e Dovunque, Manale, Fagiolino, Reboamo ecc.) e che si concluderà con lo show comico di Anna Angelici (un omaggio ad Anna Marchesini) presentato sull’unico canale della TV nazionale. In ultimo le elezioni elettorali e per le quali i vari candidati dei tre maggiori partiti della DC, del PSI e del PC, cercheranno di convincere Gustavo Bonuccelli e la moglie Rosa, con le loro suggestive e strampalate promesse, a votare per le loro liste. Quest’ultimi si troveranno poi alle prese con difficoltà insormontabili all’interno del seggio elettorale, alle prese con una delle loro prime votazioni.  Unico vincitore finale sarà il partito della Democrazia Cristiana, caldeggiata a più non posso dal parroco e da un valido nonchè convincente segretario di partito. L’atto finale, a conclusione della piecè, che vuole essere un omaggio ai felici anni del dopoguerra, si svolgerà sulla piazza al suono delle campane e sulle note dell’inno Bianco Fiore per festeggiare il partito vincitore.  TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro dell' Olivo Via Vittorio Emanuele (Camaiore), Camaiore ORARIO: ore 21.00 INFORMAZIONI: Teatro dell'Olivo Tel. +39 0584 986333 / + 39 0584986334 - telefono 0584 986334

Appunti di Vita
Quasi un’autobiografia emozionale quella che Bruno Madeddu presenta fino a domenica 8 aprile alla Galleria La Seravezziana di piazza Carducci nell’ambito della quindicesima edizione di Seravezza Fotografia. Immagini come appunti di viaggio, che fissano l’emozione di un incontro, di un momento magico, di una scoperta. Che rivelano la profonda empatia dell’autore per il mondo che lo circonda, la sua originale visione dei luoghi, l’afflato con le persone. La mostra, dal titolo “Appunti di Vita”, raccoglie ventinove immagini in bianco e nero selezionate da Carlo Ciappi e Ivo Balderi fra le migliaia che Madeddu ha realizzato nel corso dei suoi viaggi più recenti. Un lungo percorso che muove dall’est europeo – con lo scatto simbolo dell’esposizione, premiato dalla FIAF come foto dell’anno 2017 –, per proseguire in direzione Nepal e India, tornando poi verso la moderna civiltà delle capitali europee e chiudersi nella Sardegna che è la terra d’origine dell’autore, nativo di Cagliari ma cresciuto a Sarzana. «Sono immagini che mettono al centro l’uomo, che esprimono la mia voglia di comunicare, di capire le situazioni, di conoscere e farmi conoscere», spiega Madeddu. «I luoghi in realtà non sono così importanti. Scattare davanti a casa o a diecimila chilometri di distanza, per me, non fa differenza».Il curatore Carlo Ciappi ha compiuto la sua selezione cercando di far risaltare l’originalità dello stile di Madeddu, capace di dare sempre un taglio personale alle immagini, badando molto all’emozione del momento e al modo in cui essa può essere veicolata con immediatezza verso il pubblico. «Le immagini raccontano di una bellezza autentica, priva di orpelli superflui e non utili all’intuizione della situazione fotografata», spiega Ciappi. «Bella fotografia, quindi, meglio dire altamente icastica, perentoriamente descrittiva, al punto da far ascrivere di diritto Madeddu nel novero degli artisti capaci di portare avanti la buona fotografia».Bruno Madeddu ha iniziato a scattare giovanissimo, crescendo da autodidatta attraverso pellicola, polaroid e infine digitale e studiando le opere dei grandi maestri. In carriera ha raccolto diverse onorificenze e totalizzato tremila ammissioni ai concorsi FIAF e FIAP, con oltre duecento vittorie e molti premi vinti in Italia e all’estero. Ha all’attivo oltre sessanta mostre fotografiche in varie città italiane, due collettive internazionali e due distinti progetti nel Circuito mostre FIAF.La mostra “Appunti di Vita” è ad ingresso libero e si può vistare dal lunedì al sabato (chiuso il martedì) con orario continuato 9:00-20:00. Info: 0584 757443, 0584 756046, ,  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria La Seravezziana - Piazza Carducci 83, Seravezza ORARIO: dalle ore 9.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443, 0584 756046, segreteria@terremedicee.it, www.seravezzafotografia.it

A Viareggio con Paul Klee nella mirabile estate del 1930, seminario-narrazione con Riccardo Mazzoni
A Viareggio con Paul Klee nella mirabile estate del 1930: è l’argomento del suggestivo seminario-narrazione ideato e condotto dal ricercatore, scrittore e regista Riccardo Mazzoni. Si articolerà su due giornate. Venerdì 23 marzo, ore 21: lezione introduttiva al Teatrino Pacini presso la Chiesa di S. Antonio. Sulla base di una ricchissima documentazione del tempo, molta della quale rara e inedita, tra cui la raccolta completa delle cronache quotidiane del giornale “Il Popolo Toscano”, verrà minuziosamente rievocata – anche attraverso un gran numero di foto, filmati, dipinti – l’estate del 1930, forse la più prestigiosa che la città abbia mai vissuto, nell’epoca in cui Viareggio era una delle capitali indiscusse del turismo balneare internazionale, meta sognata e cantata da grandi artisti, letterati, intellettuali, esponenti del variegato mondo dello spettacolo: in questa fervida atmosfera insieme culturale e mondana nacque il Premio Viareggio che proprio in quell’anno venne assegnato per la prima volta e si tenne la prima rappresentazione pucciniana sul Lago antesignana del moderno Festival. Paul Klee vi giunse nella seconda metà di agosto lasciando testimonianze del suo soggiorno in gustose lettere e cartoline alla moglie Lily, cogliendo in un bellissimo brano il segreto del fascino emanato dalla città che egli chiamò “fatto estetico”. Alla fine della serata verrà svelato il luogo dove era collocata la Pensione abitata da Klee in un edificio tuttora esistente. Sabato 24 marzo, ore 15: “passeggiata medianica sui passi perduti di Paul Klee” alla scoperta della Viareggio del 1930, partendo proprio dall’edificio in cui era situata la Pensione dove alloggiò l’artista. Un’ampia selezione del materiale documentario confluirà in un prezioso DVD riservato ai partecipanti. Per iscriversi: cell. 329-1175262; e-mail e la pagina facebook dedicata. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Teatro Pacini, Viareggio ORARIO: Venerdì ore 21.00 Sabato ore 15.00 INFORMAZIONI: cell. 329-1175262; e-mail ricma61@yahoo.it - Presso la chiesa di S. Antonio (entrata da via S. Francesco)

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.

Sabato 24 marzo

“L’Irreale realtà”
Prosegue fino al  4 marzo nelle sale del Palazzo Ducale di Massa (Ms), la mostra fotografica di Bart Herreman dal titolo “L’Irreale realtà”, primo evento del nuovo ciclo espositivo 2018 sulla “comunicazione dell’arte contemporanea” promosso dal Comune di Massa con la direzione artistica di Mauro Daniele Lucchesi dell’associazione Quattro Coronati. Una mostra che sta ottenendo un grande successo grazie all’interesse e la curiosità verso le immagini di Bart Herreman, fotografo belga trapiantato a Milano. Il percorso espositivo presenta 30 fotografie, alcune di grandi dimensioni, che lo stesso autore definisce “assemblaggi di immagini” perché si tratta di più scatti messi insieme e ritoccati con photoshop per creare “situazioni che non esistono” dice l’artista, e “mondi  immaginari che fanno sognare”. L’immagine di un rinoceronte fotografato allo zoo con il manto di una zebra è il simbolo della personale di Herreman; i cieli sono ingranditi all’ennesima potenza; un buco nel cemento diventa un lago su cui si specchiano giraffe e zebre; il pavimento di casa sembra una distesa infinita di sabbia, o immagini che ritraggono animali come rinoceronti e giraffe nella piazza Aranci di Massa o nello stesso Palazzo Ducale.  Herremann inserisce ombre e profondità, attratto da tutto quello che l’occhio umano non riesce a vedere o non immagina. Nelle sue immagini traspare con forza la lezione dei “maestri” del surrealismo; nelle immagini sconnesse e connesse insieme, che dicono tutto e niente, insignificanti o piene di simboli troviamo il geometrismo impazzito o ordinato di Mirò lasciando all’osservatore la facoltà di decidere cosa vedere (vedi l’opera “Ivo”); da Ernst l’intreccio delle immagini e delle situazione che spiazzano il pubblico che non riesce ad “uscire” da quella apparente illogicità (come l’opera “Mystic River”); da Magritte il piacere di giocare con le immagini combinando il reale con il fantastico (ad esempio nell’opera “Smoke” dove una giraffa solitaria con la testa tra le nuvole “visita” il salone dei ricevimenti della Venaria di Torino); da Dalì la straordinaria capacità  eclettica della “transformazione” delle immagini. “Bart Herreman, con le sue fotografie – spiega il curatore Mauro Daniele Lucchesi – colme di straordinaria capacità realizzativa, ci svela il suo mondo immaginario fatto di convivenze impossibili, uomini sbigottiti e animali disinvolti, stimolando o meglio facendo riemergere l’immaginazione sopita, di imporre allo sguardo la rappresentazione di qualcosa che oltrepassa il reale, una sorta di viaggio infinito senza limiti di tempo e luoghi. In ogni composizione – prosegue – c’è sempre qualcosa di sorprendente, di artificioso e nello stesso tempo di  rivelatore. Ogni sua opera ha la capacità di rappresentare i sogni, le visioni e le fantasie di chi la osserva. Davanti  alle opere di Bart Herreman la straordinaria capacità tecnica realizzativa passa in secondo piano rispetto al messaggio che l’artista ci vuole inviare, un modo di vivere, una “filosofia” che spinge a  travalicare i nostri limiti, a perseguire obiettivi apparentemente irraggiungibili – conclude Lucchesi- , a superare ostacoli apparentemente insormontabili”.La mostra, che si avvale anche della collaborazione con la Fondazione Terre Medicee di Seravezza (LU) e di IBagency, che hanno prestato cortesemente alcune opere, sarà aperta ad ingresso libero dal 20 gennaio al  4 marzo 2018  nel Salone degli Specchi e nel Salone degli Svizzeri di Palazzo Ducale di Massa (Ms), il bellissimo Palazzo tardo rinascimentale costruito dalla famiglia Cybo Malaspina, in Piazza Aranci 35, da martedì a sabato dalle ore 16 alle 19 Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web:  ; Associazione Quattro Coronati:  tel:  +39 328-8375423, e-mail: TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Ducale, Massa (MS), Massa ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Per informazioni: Comune di Massa, tel: 05854901, sito web: www.comune.massa.ms.it ; Associazione Quattro Coronati: tel: +39 328-8375423, e-mail: maurolucchesi8@gmail.com

Blurred
Una Pietrasanta diversa, lontana dalle immagini da cartolina. Un racconto “Blurred”, nebuloso, confuso, che conferisce un alone di mistero alle immagini creando, nell’indeterminatezza di spazio e tempo, un’intimità, una dimensione onirica. Il gruppo fotografico Iperfocale, nato a Pietrasanta nel 2013, sulla spinta di sette amici fotoamatori, presenta in Sala delle Grasce – Complesso di Sant’Agostino, da sabato 17 marzo al 2 aprile, un percorso espositivo che parla di Pietrasanta nel suo rapporto con l’arte, i luoghi, la sua gente e un sentimento intimo svelato. Gli autori degli scatti sono: Anna Signorini, Antonio Lombardini, Cinzia Tognocchi, Cristina Sergi, Daniele Picchi, Ermanno Gianneschi, Libero Musetti, Luca Romano, Luigi Rossini, Marzio Vizzoni, Michele Martinelli, Roberto Paglianti, Simone Batini, Stefania Baldacci. La mostra che s’inaugura sabato alle ore 17, sarà visitabile nei giorni di venerdì, sabato e festivi, nell’orario 16-19.30, ad ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: 0584 795500

Giornate di Primavera FAI 24 e 25 marzo
   FAIFondo Ambiente Italiano e  “Museo Ugo Guidi” “Museo Vivo”   per le Giornate di Primavera del FAI 2018    Invitano alla visita guidatadella Sala Tobino e del Museo Ugo Guidi     Museo Ugo Guidi 24 - 25 marzo 2018– FORTE DEI MARMI Sabato 24 marzo 2018 ore 15 – 19Domenica 25 ore 11 – 19 ininterrotto    Il FAI – Fondo Ambiente Italiano – tramite le delegazioni Lucca, Massa Carrara, Versilia invita alla visita guidata del Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi, casa della memoria della Regione Toscana, inserita nelle Case Museo Italia.Il FAI – Fondo Ambiente Italiano – delegazione Province di Lucca e Massa-Carrara, promuovendo la figura di Mario Tobino hanno invitato il MUG per le “Giornate di Primavera del FAI 2018” a trovare un riferimento artistico, culturale e letterario tra Viareggio e Forte dei Marmi a testimonianza del periodo del secondo '900 nel quale Mario Tobino (1910-1991) e Ugo Guidi (1912-1977), coevi, hanno vissuto. Nello spirito della promozione espositiva di opere d’arte, portata avanti dal Museo fino dal 2007, per l’occasione una sala è stata dedicata all’artista fotografo Sergio Fortuna che ha sapientemente ripreso, a suo modo,  gli ambienti dell’Ospedale Psichiatrico di Maggiano e per l’evento specifico del FAI ha creato anche un rapporto fotografico immaginifico tra gli ambienti dell’ex Ospedale, dove per molti anni ha lavorato lo scrittore e medico Mario Tobino, e l’arte di Ugo Guidi, scultore e professore di scultura. Nella sala si produce un duplice effetto sia letterario, perché una vetrina testimonia l’ambiente culturale del periodo, sia artistico, perché pur non essendoci collegamenti diretti tra le sofferenze dell’Ospedale dei Pazzi e le drammatiche opere dell’ultimo periodo di Guidi si può osservare quale trasformazione la sofferenza psichica e fisica può generare nell’uomo, accomunando le due patologie. Pertanto l’esposizione favorisce la comprensione di un periodo culturale e letterario della costa viareggina e versiliese, in cui i due protagonisti delle Giornate di Primavera FAI, pur viaggiando su linee parallele, non avendo avuto modo di conoscersi e apprezzarsi reciprocamente, tuttavia entrambi rappresentano pietre miliari del loro periodo, uniti nell’occasione dalla creazione fotografica di Sergio Fortuna. Le “Giornate di Primavera del FAI 2018” della delegazione di Lucca Massa Carrara coinvolgono la Fondazione Tobino di Lucca, il Museo della Marineria di Viareggio e il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi. La visita guidata  sarà effettuata sabato 24 marzo con orario 15 -19 e domenica 25 marzo dalle 11 alle 19  con spiegazione della “Sala Tobino/ Guidi/ Fortuna” e del Museo MUG con  la delegazione FAI di Lucca e Massa - Carrara spiegata dagli studenti dell’Istituto Istituto Chini di Lido di Camaiore e del Liceo Michelangelo di Forte dei Marmi, guidati dai loro professori e da volontari FAI.  “La casa-museo è l’ultima e unica testimonianza della feconda stagione culturale del secondo ‘900 presente a Forte dei Marmi, dove Ugo Guidi (1912-77) ha vissuto e realizzato tutte le sue sculture. In essa si possono ammirare oltre 500 opere, tra sculture, disegni e tempere, che vanno dagli anni ’40 al ‘77 e che mostrano lo sviluppo del maestro dal classico fino all’astratto.  Oggi è luogo di cultura in cui vengono allestite mostre di artisti scomparsi, di artisti affermati, di giovani promettenti, di studenti di Accademie e Istituti superiori spinti a dialogare con opere, video, performance, installazioni suscitate dalle emozioni nate dal rapporto instaurato con le opere di Ugo Guidi. Si progettano partecipazioni con musei, fondazioni e gallerie d’arte in collaborazione con il Ministero dei Beni Artistici e Culturali, la Regione Toscana e  ICOM, che ricevono il patrocinio di paesi e istituzioni provenienti da paesi europei e da altri continenti.L’Ass. “Amici del Museo Ugo Guidi onlus” e Museo Ugo Guidi organizzano il “Premio Ugo Guidi”  riservato ai migliori studenti delle Accademie d’Italia e dell’Accademia di Mosca, giunto alla VIII edizione nel 2017.Nel museo si presentano libri e si leggono poesie, nel giardino vengono allestite piccole rappresentazioni teatrali e concerti, viene inoltre proposta un’attività didattica per bambini e studenti che crei stimoli creativi nella cartapesta e in altri materiali in collaborazione con privati ed associazioni.La casa-museo è stata inserita nelle Case della Memoria della Toscana ed è stata segnalata da Italia Nostra tra le piccole realtà museali d’eccellenza in Italia. E’ inoltre inserita nelle guide del Touring Club Italiano e della Lonely Planet Toscana.La Soprintendenza di Lucca/Massa Carrara ha catalogato le sculture.Mostre e iniziative culturali in Italia e all’estero fanno richiesta del patrocinio del Museo.Il Museo Ugo Guidi - MUG - è luogo d’arte e cultura  ed è stato inserito nel sito delle Case Museo Italia ; è presente su Tripadvisor e  sul sito Inspirock, inoltre fa parte dal 2013 del circuito museale degli “Itinerari versiliesi della pietra e del marmo” che comprende sei musei della Versilia.Dal 2014  pubblica libri attraverso le “Edizioni Museo Ugo Guidi”: libri d’arte, letteratura, fotografia e per bambini.Attualmente è in corso nel Museo la 136° esposizione d’arte contemporanea  della pittrice belga Nan Yar.”    … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, di Mosaici Favret  Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”. Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia, Forte International di PSE Editore, Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, One Camera Television, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura. Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo Pasqualone Collaboratori:Piero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365 Marta Accallai – critica - P.R. per Prato      Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia   Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Eventi culturali LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: sabato 14:30 - 19 domenica 11 - 19 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Appunti di Vita
Quasi un’autobiografia emozionale quella che Bruno Madeddu presenta fino a domenica 8 aprile alla Galleria La Seravezziana di piazza Carducci nell’ambito della quindicesima edizione di Seravezza Fotografia. Immagini come appunti di viaggio, che fissano l’emozione di un incontro, di un momento magico, di una scoperta. Che rivelano la profonda empatia dell’autore per il mondo che lo circonda, la sua originale visione dei luoghi, l’afflato con le persone. La mostra, dal titolo “Appunti di Vita”, raccoglie ventinove immagini in bianco e nero selezionate da Carlo Ciappi e Ivo Balderi fra le migliaia che Madeddu ha realizzato nel corso dei suoi viaggi più recenti. Un lungo percorso che muove dall’est europeo – con lo scatto simbolo dell’esposizione, premiato dalla FIAF come foto dell’anno 2017 –, per proseguire in direzione Nepal e India, tornando poi verso la moderna civiltà delle capitali europee e chiudersi nella Sardegna che è la terra d’origine dell’autore, nativo di Cagliari ma cresciuto a Sarzana. «Sono immagini che mettono al centro l’uomo, che esprimono la mia voglia di comunicare, di capire le situazioni, di conoscere e farmi conoscere», spiega Madeddu. «I luoghi in realtà non sono così importanti. Scattare davanti a casa o a diecimila chilometri di distanza, per me, non fa differenza».Il curatore Carlo Ciappi ha compiuto la sua selezione cercando di far risaltare l’originalità dello stile di Madeddu, capace di dare sempre un taglio personale alle immagini, badando molto all’emozione del momento e al modo in cui essa può essere veicolata con immediatezza verso il pubblico. «Le immagini raccontano di una bellezza autentica, priva di orpelli superflui e non utili all’intuizione della situazione fotografata», spiega Ciappi. «Bella fotografia, quindi, meglio dire altamente icastica, perentoriamente descrittiva, al punto da far ascrivere di diritto Madeddu nel novero degli artisti capaci di portare avanti la buona fotografia».Bruno Madeddu ha iniziato a scattare giovanissimo, crescendo da autodidatta attraverso pellicola, polaroid e infine digitale e studiando le opere dei grandi maestri. In carriera ha raccolto diverse onorificenze e totalizzato tremila ammissioni ai concorsi FIAF e FIAP, con oltre duecento vittorie e molti premi vinti in Italia e all’estero. Ha all’attivo oltre sessanta mostre fotografiche in varie città italiane, due collettive internazionali e due distinti progetti nel Circuito mostre FIAF.La mostra “Appunti di Vita” è ad ingresso libero e si può vistare dal lunedì al sabato (chiuso il martedì) con orario continuato 9:00-20:00. Info: 0584 757443, 0584 756046, ,  TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria La Seravezziana - Piazza Carducci 83, Seravezza ORARIO: dalle ore 9.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443, 0584 756046, segreteria@terremedicee.it, www.seravezzafotografia.it

A Viareggio con Paul Klee nella mirabile estate del 1930, seminario-narrazione con Riccardo Mazzoni
A Viareggio con Paul Klee nella mirabile estate del 1930: è l’argomento del suggestivo seminario-narrazione ideato e condotto dal ricercatore, scrittore e regista Riccardo Mazzoni. Si articolerà su due giornate. Venerdì 23 marzo, ore 21: lezione introduttiva al Teatrino Pacini presso la Chiesa di S. Antonio. Sulla base di una ricchissima documentazione del tempo, molta della quale rara e inedita, tra cui la raccolta completa delle cronache quotidiane del giornale “Il Popolo Toscano”, verrà minuziosamente rievocata – anche attraverso un gran numero di foto, filmati, dipinti – l’estate del 1930, forse la più prestigiosa che la città abbia mai vissuto, nell’epoca in cui Viareggio era una delle capitali indiscusse del turismo balneare internazionale, meta sognata e cantata da grandi artisti, letterati, intellettuali, esponenti del variegato mondo dello spettacolo: in questa fervida atmosfera insieme culturale e mondana nacque il Premio Viareggio che proprio in quell’anno venne assegnato per la prima volta e si tenne la prima rappresentazione pucciniana sul Lago antesignana del moderno Festival. Paul Klee vi giunse nella seconda metà di agosto lasciando testimonianze del suo soggiorno in gustose lettere e cartoline alla moglie Lily, cogliendo in un bellissimo brano il segreto del fascino emanato dalla città che egli chiamò “fatto estetico”. Alla fine della serata verrà svelato il luogo dove era collocata la Pensione abitata da Klee in un edificio tuttora esistente. Sabato 24 marzo, ore 15: “passeggiata medianica sui passi perduti di Paul Klee” alla scoperta della Viareggio del 1930, partendo proprio dall’edificio in cui era situata la Pensione dove alloggiò l’artista. Un’ampia selezione del materiale documentario confluirà in un prezioso DVD riservato ai partecipanti. Per iscriversi: cell. 329-1175262; e-mail e la pagina facebook dedicata. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Teatro Pacini, Viareggio ORARIO: Venerdì ore 21.00 Sabato ore 15.00 INFORMAZIONI: cell. 329-1175262; e-mail ricma61@yahoo.it - Presso la chiesa di S. Antonio (entrata da via S. Francesco)

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

“Vietnam, il paese del drago”
Sarà inaugurata sabato 10 marzo, alle ore 12 al primo piano del palazzo comunale la mostra fotografica “Vietnam, il paese del drago”,  organizzata dal Circolo Fotografico Misericordia Piano del Quercione BFI.Gli autori Lorella Rossi, Barbara Palagi, Ermanno Gianneschi, Marzio Vizzoni, Andrea Palagi ed Emiro Albiani, hanno immortalato, nei loro scatti, suggestive ed inedite immagini di un paese straordinario.La mostra sarà visitabile fino al 24 marzo 2018 dal lunedì al sabato dalle  9 alle 13, il   mercoledì e venerdì anche dalle15 alle 18 . TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Municipio, Massarosa ORARIO: ore 12.00 INFORMAZIONI: - Comune di Massarosa 0584 9790

Nan Yar
136ª Mostra   “Museo Ugo Guidi”“Museo Vivo” e   "Amici del Museo Ugo Guidi - Onlus"  presentano la mostra dell’artista belga  Nan Yar  A cura di Massimo Pasqualone Direzione artistica Rosaria Piccione     Museo Ugo Guidi 4 marzo 2018 ore 17.30 – FORTE DEI MARMI 4 – 27 marzo 2018    Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 4 al 27 marzo 2018 la mostra dell’artista belga Nan Yar.La mostra sarà inaugurata Domenica 4 marzo alle ore 17:30 al MUG con presentazione del curatore Massimo Pasqualone e Vittorio Guidi, direzione artistica di Rosaria Piccione .L'esposizione sarà visitabile fino al 27 marzo su appuntamento al 348-3020538  o   mentre al Logos Hotel – via Mazzini 153 – dove sarà esposta una parte delle opere della stessa artista, tutti i giorni dalle 10 alle 23.Successivamente le opere di Nan Yar saranno esposte in un tour italiano già calendarizzato comprendente Roma, Taranto e Civitella del Tronto.In occasione della mostra di Nan Yar il Museo Ugo Guidi esporrà nella hall del Logos Hotel la scultura “Albero” dell’artista del ferro Angelo Mugnaini e “Fiori” sculture luminose di Paride Contini.   Le contemplazioni di Nan Yar “La cifra stilistica di Nan Yar risiede nella capacità che l’artista belga ha di tirare fuori dall’anima le emozioni e di trasformarle in visioni, contemplazioni, un estraniarsi per ritrovarsi attraverso , da un lato, lo scontro cromatico che produce immagini finanche oniriche, dall’altro un’attenzione alla figura femminile che diventa simbolo, si fa a volte bellezza, a volte storia, a volte eternità, mai dimentica dell’approccio gnoseologico e filosofico che ogni opera d’arte deve avere.La visione filosofica è precipua nel percorso estetico di Nan Yar, vive il tempo della bellezza come capacità di dire il mistero della vita, di quel qui ed ora che non sfugge mai all’artista, che assume, ci sembra dire l’artista belga, un ruolo sciamanico, quasi rabdomante per le strade della bellezza, che si fa opera d’arte solo se diventa capacità di attrarre, di dire, di testimoniare.Per questo l’opera d’arte ha, per Nan Yar, sempre e comunque una forte valenza etica, mai di provocazione ma sempre di riflessione, di trasmissione di un messaggio che frantuma le certezze consolidate, crea dei crepacci, per dirla con il noto filosofo austriaco Friedrich Waismann, dove si inseriscono le opere d’arte, tasselli di un sicuro approdo verso una chiara visione del mondo.Quella di Nan Yar è, dunque, una precipua weltanschauung, costruita su una duplice ricerca, filosofica ed artistica, perché sempre  e comunque, e ce lo insegnano i fratelli Schlegel e Schleiermacher, Hegel e Schelling, Giovanni Gentile e tanti altri, ad ogni opera d’arte corrisponde un rimando metafisico, che va enucleato, sviscerato, persino chiarito e contemplato.Come fa, in modo decisamente plastico, Nan Yar. “ Massimo Pasqualone critico letterario e d’arte, poeta e giornalista, docente universitario   … Il MUG ha il sostegno della Fondazione Alimondo Ciampi onlus, del Logos Hotel, della Banca CC Versilia, Lunigiana e Garfagnana, di Italia Nostra sez. Massa-Montignoso, Mosaici Favret di Pietrasanta. Con l’adesione del Comune di Forte dei Marmi, dell’Unione Europea, dell’International  Council  Of  Museums, Regione Toscana, Toscana Musei, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Piccoli Grandi Musei, Edumusei, Provincia di Lucca, Sistema Museale della Provincia di  Lucca, APT Versilia, Fondazione R. Del Bianco. Memoria fotografica: Antonio Raffaelli, presidente Ass. Versiliese Audiovisivi Didattici.Partner: Art Institute of Nanjing University Nanchino (Cina), Villa Finaly Firenze Chancellerie des               Universités de Paris - La Sorbonne, Associazione Open ART, Ente Ville Versiliesi,  Città Infinite, Historiavbc, MIIT Museo Internazionale  Italia Arte Torino, Toscana ‘900 – Musei e Percorsi d’Arte, Club Unesco “Carrara dei Marmi”, Associazione Ponte degli Artisti Milano, Associazione Internazionale ArtePozzo, Associazione Culturale Gli Otto Venti Pistoia, Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut, Acomus International. La Capannina di Franceschi di Forte dei Marmi con lo “Spazio Museo Ugo Guidi / MUG Space”.   Media Partner: QN LA NAZIONE,  Arte33 Versilia,  Forte International di PSE Editore , Just Beautiful,  Forte 100 Rivista, Italia Italy, Arte in Toscana, BestVersilia.com, Culturadelmarmo.it, Life Beyond Tourism, Inpuntadipennablog.it, Acculturarsi.blogspot.it, Agendaeventi.com, La Parentesi della Scrittura.                       Come raggiungere il museo: Uscita Autostrada Versilia, direzione Forte dei Marmi, seguire i cartelli rettangolari marroni che indicano il museo. Sul viale a mare di Forte dei Marmi venendo da Viareggio: superato il pontile del Forte oltrepassare tre semafori, poi il cartello a destra indica il museo; da Massa: entrati in Forte dei Marmi dopo il primo semaforo la prima strada sulla sinistra è Via Civitali.  GPS: LAT:43.972477 N - LON:10.154887 E                                                                                    …Comitato scientifico del Museo Ugo Guidi: Lorenzo Belli – Lodovico Gierut - Massimo PasqualonePiero Garibaldi - Pubbliche Relazioni MUG - Tel: 349.0908365  Marta Accallai – critica - P.R. per Prato       Elena Cencetti – P.R. per Firenze   Francesca Manfredini – P.R. per Pistoia  Manuela Antonucci –P.R per Pisa    Facebook: Museo Ugo Guidi - Vittorio Guidi Twitter:     @MUSEOUGOGUIDI   Info:                   348 3020538 -347 3481300 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione Logos Hotel 10 - 23 INFORMAZIONI: - Tel. 348-3020538

Di mare e di terra
Inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini». L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile. «Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra». «La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei - unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina» TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: dalle ore 15.30 alle ore 19.30 INFORMAZIONI: Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Vestire l’Opera
Vestire l’Opera è il titolo della Mostra di costumi d’opera che si inaugura domenica 17 dicembre negli spazi della Villa Bertelli promossa dalla Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano.Una mostra dedicata all’abito di scena con i costumi di alcune memorabili produzioni del Festival Puccini di Torre del Lago  tra cui quelli nati per gli allestimenti pucciniani del progetto Scolpire l’opera firmati da grandi artisti contemporanei quali Igor Mitoraj,   Cordelia Von Den Steinen , Regina Schrecker, Guillermo Mariotto.I costumi che sarà possibile ammirare nella Mostra raccontano alcune significative tappe del percorso sperimentale avviato dalla Fondazione Festival Pucciniano per coniugare la tradizione del patrimonio pucciniano con  la ricerca sperimentale, l’evoluzione dello stile e i nuovi linguaggi dell’arte visiva. Una mostra da cui traspare attraverso la combinazione di tessuti, gioielli, colori l’ indiscutibile qualità artistica del Made in Italy per il costume teatrale e la straordinaria artigianalità dei laboratori teatrali.Ad organizzare la mostra è stata la Fondazione Villa Bertelli in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano. “ Una prima occasione di collaborazione tra le nostre due istituzioni – dichiara il Presidente l’avv. Ermindo Tucci– che rappresentano una eccellenza del nostro territorio. Una prima iniziativa che sancisce la voglia di collaborare e fare sistema per proporre ognuno ai propri pubblici l’offerta del nostro bellissimo territorio. Ma anche la volontà di fare di Villa Bertelli un centro polivalente, un luogo di cultura che abbraccia tutte le discipline e un luogo capace di rivolgere uno sguardo al passato, al presente e al futuro oltre che un luogo culturale di eccellenza, a disposizione dei cittadini e degli ospiti, aperto tutto l’anno e non solo d’estate. “Salutiamo con grande piacere questa bella opportunità di collaborazione tra la Città di Viareggio e la Città di Forte dei Marmi e le due importanti istituzioni culturali del Festival Puccini e   di Villa Bertelli- dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Viareggio Sandra Mei convinti che fare sistema realizzando progetti che mirano ad una concreta integrazione dell’offerta culturale e turistica ci consenta di attrarre più ospiti e soprattutto di abbattere i costi per promuovere territori dalle enormi potenzialità. La Mostra dei costumi d’opera è in grado poi di testimoniare lo straordinario percorso artistico della nostra Fondazione nel coinvolgere artisti contemporanei per la messa in scena dei capolavori immortali di PucciniDal 21 Dicembre al 07 Gennaio la mostra rimarrà aperta tutti i giorni, ad eccezione del 25 Dicembre, dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Successivamente aprirà sabato, domenica e festivi dalle ore 16.00 alle ore 19.00 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 16.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Presentazione Libro: Mamma, dove sei?
“Che cosa succede nella piccola cittadina di provincia? Che cosa disturba il riposo della cara Mariuccia? Non si può far altro che richiamare all’ordine tutto il team di arzille nonnine per risolvere questo difficilissimo caso…”La scrittrice per bambini Francesca Bianchi presenta: “Mamma dove sei?”, le illustrazioni sono a cura di Anna Raffo, il libro è stato scritto con caratteri ad alta leggibilità per DSA, ovvero è adatto anche a bambini con diverse difficoltà di lettura decifrativa, inoltre, all’interno del libro i bambini potranno trovare giochi e attività da colorare.Dopo la presentazione seguirà un laboratorio di disegno con il surrealismo: in un gioco di lavoro a coppie, si creeranno animali fantastici , scaturito dalla fantasia di ogni partecipante.L’ingresso è gratuito | Età consigliata dai 6 anni un su.Info e Prenotazioni: Biblioteca Comunale “G.Carducci”Orario: lunedì 14-19 – da martedì a sabato 9-13 e 14-19Tel. 0584795500 – mail: Per consultare il programma e i prossimi appuntamenti di Pietrasanta a misura di Bambino vai su | e pagine ufficiali Facebook.Promotore: Comune di Pietrasanta e Fondazione Versiliana nell’ambito del progetto S.T.Art (Save Torism & Art), in collaborazione con le Cooperative Itinera e CoopCulture. TIPO: Eventi per bambini LUOGO: Biblioteca Comunale (Pietrasanta), Pietrasanta ORARIO: 16:30 - 17:30 INFORMAZIONI: Tel. 0584795500 – mail: biblioteca@comune.pietrasanta.lu.it

Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, il ‘900 in mostra a Villa Paolina
Verrà inaugurata venerdì 26 gennaio la mostra «Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini».L’esposizione, nata in seno alla stretta collaborazione con la famiglia dell’artista, è realizzata dal Comune di Viareggio con il contributo di CIR food cooperativa italiana per la ristorazione, la Fondazione Banca del Monte di Lucca e Arci Lucca Versilia.L’appuntamento per il vernissage è alle 17 a Villa Paolina. Pittore e carrista, Giovanni Lazzarini è conosciuto nel mondo dell’arte e della cartapesta con lo pseudonimo di Menghino. Si dedica alla pittura incoraggiato da Uberto Bonetti, di cui aveva sposato la sorella Bianca, e fin dagli esordi si rivela un personaggio singolare. Nell’ambito del Carnevale, oltre alle sue doti di valente esecutore Menghino si contraddistingue per aver adottato nella cartapesta argomenti della satira politica italiana e internazionale, mentre nell’arte ha elaborato una sua personale visione del mondo viareggino caratterizzato da personaggi legati al mondo del mare e delle darsene.Oltre sessanta opere, tra dipinti e sculture, per riscoprire e illustrare l’opera di un grande Maestro fortemente legato alla città come lui stesso descrive: «Ho cercato di dipingere questa particolare Viareggio sul filo della memoria, fra racconti e vita vissuta, fra realtà e immaginazione. I mezzi tecnici di origine artigianale, un modo di esprimermi quasi “vernacolare”, le mie lunghe osservazioni degli ex voto nella chiesa di sant’Andrea, prima ancora di scoprire Lorenzo Viani, mi hanno fatto concordare pienamente con quanti vogliono inserire il mio lavoro nel grande filone dell’arte e della cultura popolare».La mostra sarà visitabile fino al 22 aprile.«Ringrazio l’Amministrazione e tutte le persone che ci sono state vicine e che hanno contribuito ad allestire la mostra – ha detto Giovanna Lazzarini, figlia di Menghino –: mio padre era legatissimo a questa villa, amava questi spazi che oggi lo vedono protagonista. Una scelta non casuale che spero piaccia anche a tutti quanti vorranno visitare la mostra».«La bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina – conclude l’assessore alla Cultura Sandra Mei – unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere uno dei grandi maestri della trazione pittorica Viareggina». VILLA PAOLINAForme e colori nelle opere di Giovanni LazzariniInaugurazione venerdì 26 gennaio 2018 ore 17Fino a domenica 22 aprile 2018 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Musei Civici di Villa Paolina Bonaparte, Viareggio ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - Tel. 0584 966342 - 0584 966346

Viareggio Cup World Football Tournament
Viareggio Cup World Football TournamentCoppa Carnevale organizzazione Cgc Viareggio TIPO: Sport LUOGO: Stadio dei Pini, Viareggio INFORMAZIONI: Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it

"Oltre la maschera", le opere di Uberto Bonetti alla Gamc
Al via la seconda delle quattro grandi mostre che verranno allestite da dicembre a primavera negli spazi espositivi della città sia alla Gamc che a Villa Paolina. L’appuntamento è per domenica (17 dicembre) con Uberto Bonetti. Oltre la maschera, esposta nelle sale della galleria d’arte moderna e contemporanea Viani e visitabile fino ad aprile 2018. Geri, Bonetti, Menghino e Possenti: quattro grandi maestri del ‘900, una carrellata di opere, molte delle quali esposte solo al momento della loro donazione alla città, due luoghi splendidi Villa Paolina e la Galleria d’arte moderna e contemporanea Viani, un unico filo conduttore: Viareggio. Un progetto ideato e realizzato dal Comune di Viareggio, nato in seno alla stretta collaborazione con le famiglie degli artisti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.Per l’occasione anche Happy Sunday: l’esposizione e vendita a un prezzo speciale, dell’anteprima della nuova collezione di borse firmate Gamc e Viareggio ancor più bella, realizzate per il Comune di Viareggio dalla casa editrice zona franca. La mostra di Bonetti comprende opere donate per volontà dello stesso artista alla Città di Viareggio. Donazione caratterizzata da oltre duecentocinquanta numeri, in gran parte scelti dall’autore e poi definitivamente formalizzata dalle figlie, nel 1996. Il corpus dell’esposizione illustra tutti gli aspetti della variegata e poliedrica produzione dell’artista svoltasi nel corso di circa settanta anni. A Viareggio è stato per oltre cinquant’anni, salvo rare eccezioni, l’autore dei manifesti ufficiali del Carnevale e di quelli di alcune edizioni del Premio Viareggio. All’esposizione di Bonetti si collega idealmente la mostra dedicata a Giovanni Lazzarini, Forme e colori nelle opere di Giovanni Lazzarini, in programma da venerdì 26 gennaio, a Villa Paolina. A primavera infine è in corso di definizione un’importante mostra dedicata ad Antonio Possenti."Finalmente torna la programmazione delle mostre e finalmente tutti gli spazi espositivi di Viareggio ne sono coinvolti – ha detto l’assessore alla cultura Sandra Mei - la bellezza dei luoghi storici, come la villa Paolina, unita alla bellezza delle opere, doppia attrazione per chiunque voglia visitare le esposizioni, e cogliere l’occasione per vedere collezioni che solitamente e ormai da tempo, non vengono esposte. Vorrei poi sottolineare l’attenzione alla realtà viareggina e alla nostra grande trazione pittorica – conclude Mei - un’offerta culturale variegata per quello che è più di un omaggio ai grandi maestri che hanno proiettato la nostra città sul palcoscenico dell’arte internazionale".In questi giorni, sempre a Villa Paolina, Contaminazioni e riflessi nella pittura di Loriano Geri visitabile fino a domenica 21 gennaio, negli orari di apertura della villa: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Galleria di arte moderna e contemporanea Lorenzo Viani - Via Mazzini 22, Viareggio ORARIO: dal mercoledì al sabato dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30. Chiuso il lunedì e il martedì. INFORMAZIONI: 0584 581118 - 0584 581118 - gamc@comune.viareggio.lu.it.