EVENTI IN PROGRAMMA PER IL PERIODO: 17/05/2018 - 27/05/2018

Giovedì 17 maggio

Al Mediceo come al Metropolitan
Dal 4 al 20 maggio (inaugurazione venerdì 4 maggio alle ore 17) a Palazzo Mediceo di Seravezza torna per il secondo anno l’esposizione “Al Mediceo come al Metropolitan”, progetto d’arte visiva e musicale che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Seravezza. L’evento si sviluppa sul binomio musica e arte, particolarmente congeniale per un Istituto che offre ai propri alunni l’opportunità di seguire anche un percorso di studi a indirizzo musicale. In mostra, opere d’arte elaborate per dar forma grafica a componimenti musicali scelti in completa autonomia dagli studenti che partecipano al progetto. Un percorso di visita multisensoriale che, alla visione delle opere in mostra, abbinerà tramite appositi codici QR l’ascolto dei brani musicali relativi a ciascuna opera. Nei fine settimana, per tutta la durata della mostra, saranno inoltre proposte al pubblico le esibizioni delle formazioni musicali che operano all’interno dell’istituto scolastico. Testimonial dei giovani artisti sarà il pittore Marcello Scarselli, presente all’inaugurazione di venerdì, che nella sala Cosimo I di Palazzo Mediceo presenterà una selezione delle proprie opere.L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Terre Medicee in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Seravezza e con il supporto dell’Assessorato alla valorizzazione e promozione del territorio e dei settori Scuola e Politiche giovanili del Comune di Seravezza. Tra le finalità del progetto, anche quella di rafforzare il legame tra l’eredità storico-monumentale della Città e i giovani d’oggi, chiamati domani a difendere e valorizzare questo stesso patrimonio.La mostra si potrà visitare dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 20. Ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo Viale L. Amadei, 230 (Seravezza), Seravezza ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - 0584 756046

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Venerdì 18 maggio

Al Mediceo come al Metropolitan
Dal 4 al 20 maggio (inaugurazione venerdì 4 maggio alle ore 17) a Palazzo Mediceo di Seravezza torna per il secondo anno l’esposizione “Al Mediceo come al Metropolitan”, progetto d’arte visiva e musicale che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Seravezza. L’evento si sviluppa sul binomio musica e arte, particolarmente congeniale per un Istituto che offre ai propri alunni l’opportunità di seguire anche un percorso di studi a indirizzo musicale. In mostra, opere d’arte elaborate per dar forma grafica a componimenti musicali scelti in completa autonomia dagli studenti che partecipano al progetto. Un percorso di visita multisensoriale che, alla visione delle opere in mostra, abbinerà tramite appositi codici QR l’ascolto dei brani musicali relativi a ciascuna opera. Nei fine settimana, per tutta la durata della mostra, saranno inoltre proposte al pubblico le esibizioni delle formazioni musicali che operano all’interno dell’istituto scolastico. Testimonial dei giovani artisti sarà il pittore Marcello Scarselli, presente all’inaugurazione di venerdì, che nella sala Cosimo I di Palazzo Mediceo presenterà una selezione delle proprie opere.L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Terre Medicee in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Seravezza e con il supporto dell’Assessorato alla valorizzazione e promozione del territorio e dei settori Scuola e Politiche giovanili del Comune di Seravezza. Tra le finalità del progetto, anche quella di rafforzare il legame tra l’eredità storico-monumentale della Città e i giovani d’oggi, chiamati domani a difendere e valorizzare questo stesso patrimonio.La mostra si potrà visitare dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 20. Ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo Viale L. Amadei, 230 (Seravezza), Seravezza ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - 0584 756046

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Scrivere il cibo
L’alta cucina e i suoi protagonisti di scena a Villa Bertelli. Sabato 14 aprile alle 17.15 nel Giardino d’Inverno si alza il sipario su “Scrivere il cibo”, la rassegna dedicata alla raffinata arte culinaria, promossa dalla Fondazione Villa Bertelli e curata dal giornalista Corrado Benzio. La manifestazione è stata presentata mercoledì 11 aprile in conferenza stampa, alla presenza del presidente della Fondazione Villa Bertelli Ermindo Tucci, dei consiglieri Annalisa Buselli e Silla Silvestri e del curatore Corrado Benzio. Sabato prossimo, nel primo appuntamento, Paolo Petroni, presidente dell’Accademia italiana della cucina e scrittore di libri dedicati alla pasta e alla cucina italiana, condurrà l’incontro “Dalla ribollita al ramen e al sushi: come sta la cucina toscana? E quella italiana?” Cinque in tutto gli eventi in programma, due nel mese di aprile e tre in maggio, ai quali interverranno personalità di fama nazionale di questo poliedrico settore. Sabato prossimo ci sarà una gustosa anteprima, quando il sindaco Bruno Murzi consegnerà una targa ai quattro ristoranti stellati di Forte dei Marmi: Lorenzo, il Bistrot, La Magnolia dell’Hotel Byron e il Lux Lucis dell’Hotel Principe. Indicati in rigorosa anzianità di stella. Un omaggio – spiega il presidente Tucci- a delle autentiche eccellenze di Forte dei Marmi. Per la scelta dei premiati abbiamo preso come termine di paragone la guida rossa Michelin, la più antica e la più celebre. Una sorta di  Standars and Poors del bon vivre. Se si pensa che nel nostro paese ci sono quattro ristoranti stellati nel giro di 500 metri, mentre Genova, Portofino, tutto il Tigullio e le Cinque Terre non ne hanno alcuno e che addirittura la provincia di Lucca, con nove stelle, è seconda solo a Firenze, si può comprendere come Forte dei Marmi sia diventata anche capitale della cucina di mare, oltre che rinomata località turistica di fama internazionale. Un’ulteriore attrazione per un turismo, considerato di grande qualità”. Sabato, ad accogliere il pubblico in sala, ci sarà il pregiato caffè della Torrefazione Ponzanelli, di San Casciano Val di Pesa.  Chiuderà questo primo happening una degustazione dei salumi di Massimo Bacci, artigiano di Montignoso, conosciuto per la sua mortadella e soprattutto per la “zia”, mortadella millesimata. Ad accompagnare gli assaggi, il vino di Giusti&Zanza“ la Cantina sulle colline pisane, dove si produce il Nemorino, che per l’occasione si potrà degustare insieme al rosso Belcore.  Sabato 28 aprile il secondo appuntamento sarà dedicato a Davide Paolini, il “gastronauta”, che presenterà il  libro “Il crepuscolo degli chef”. Con lui ci sarà Cristiano Tomei, chef stellato e protagonista in tv.  Venerdì 11 maggio Ciro Vestita, professore universitario e noto dietologo e fitoterapeuta, presenterà il suo nuovo libro “Sani e in forma ad ogni età”. Quarto appuntamento, venerdì 18 maggio, con Luca Maria Chiesa, docente all’Università Statale di Milano ed esperto di sofisticazioni alimentari per Striscia la Notizia, che illustrerà come lo Stato difende la salute dei cittadini.  Insieme a lui, il ristoratore Marco Vaiani, che parlerà della sua esperienza e l’artigiano del gusto Rolando Bellandi. Venerdì 25 maggio all’ultimo incontro in calendario, Marco Bolasco, direttore della Guida delle Osterie di Slow Food, ci racconterà come scoprire ottimi ristoranti fuori dalle guide e dai siti gastronomici. Ad accompagnarlo, ci sarà Eleonora Cozzella, giornalista del cibo per Repubblica Sapori. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: ore 17.15 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Sabato 19 maggio

Sagra dell’olio e delle olive 2018
la Sagra dell'Olio e delle Olive è un'occasione di provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall'olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i Tagliarini con i fagioli.Gli stand gastronomici resteranno aperti tutte le sere a cena. TIPO: Sagre LUOGO: Via del Guado a Piano del Quercione, Piano del Quercione ORARIO: dalle 19,00 INFORMAZIONI: Tel. 329/5350094 - Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione

STAGE DI TREIBBALL CON DEBORAH DEL BELLINO
Sabato 19 maggio una giornata dedicata al TREIBBALL, disciplina interessante, divertente, quanto ancora poco conosciuta, aperta a cani di ogni razza ed età.Deborah Del Bellino, educatrice e trainer riconosciuta da Associazione Italiana Treibball, ci guiderà attraverso questo nuovo gioco la cui essenza è costituita dal divertimento e dalla comunicazione tra cane e proprietario.Stage aperto a tutti i livelli.Max 8 binomiUditori limitatiCosto con cane 60€Uditore 30€Le prenotazioni dovranno pervenire entro e non oltre il 12/05.Info e prenotazioni Annalisa 346 4033416 TIPO: Eventi culturali LUOGO: Friendly Dog Centro Cinofilo, Via delle capanne, Camaiore ORARIO: ore 9.00 INFORMAZIONI: Info e prenotazioni Annalisa 346 4033416

Al Mediceo come al Metropolitan
Dal 4 al 20 maggio (inaugurazione venerdì 4 maggio alle ore 17) a Palazzo Mediceo di Seravezza torna per il secondo anno l’esposizione “Al Mediceo come al Metropolitan”, progetto d’arte visiva e musicale che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Seravezza. L’evento si sviluppa sul binomio musica e arte, particolarmente congeniale per un Istituto che offre ai propri alunni l’opportunità di seguire anche un percorso di studi a indirizzo musicale. In mostra, opere d’arte elaborate per dar forma grafica a componimenti musicali scelti in completa autonomia dagli studenti che partecipano al progetto. Un percorso di visita multisensoriale che, alla visione delle opere in mostra, abbinerà tramite appositi codici QR l’ascolto dei brani musicali relativi a ciascuna opera. Nei fine settimana, per tutta la durata della mostra, saranno inoltre proposte al pubblico le esibizioni delle formazioni musicali che operano all’interno dell’istituto scolastico. Testimonial dei giovani artisti sarà il pittore Marcello Scarselli, presente all’inaugurazione di venerdì, che nella sala Cosimo I di Palazzo Mediceo presenterà una selezione delle proprie opere.L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Terre Medicee in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Seravezza e con il supporto dell’Assessorato alla valorizzazione e promozione del territorio e dei settori Scuola e Politiche giovanili del Comune di Seravezza. Tra le finalità del progetto, anche quella di rafforzare il legame tra l’eredità storico-monumentale della Città e i giovani d’oggi, chiamati domani a difendere e valorizzare questo stesso patrimonio.La mostra si potrà visitare dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 20. Ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo Viale L. Amadei, 230 (Seravezza), Seravezza ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - 0584 756046

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Costruzione del personaggio teatrale: testi di H.Ibsen e H. Pinter
Stage Internazionale di Teatro con F. Barsanti:“Costruzione del personaggio teatrale:testi di H.Ibsen e H. Pinter“,SAB 19, DOM 20 MAGGIO, (Sab ore 15-20, Dom ore 11-17,30) presso Teatro V. Manzoni, Massarosa (Lu).INFO E ISCRIZIONI 3394336687Lo stage, adatto a chi vuole approfondire o avvicinarsi alle arti sceniche, sarà suddiviso in tre fasi: il significato teorico e pratico di “immedesimazione”; il ritmo e il gesto della struttura corpo-voce; l’ambientazione scenica. Lo stage è ideale anche per cantanti-attori. E’ suggerito un abito di scena moderno in stile moderno con calzature eleganti, a libera fantasia del partecipante. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Teatro Vittoria Manzoni - Via Manzoni, Massarosa ORARIO: sabato ore 15.00 - 20.00 domenica ore 11.00 - 17.30 INFORMAZIONI: INFO E ISCRIZIONI 3394336687 - 0584 93025

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Domenica 20 maggio

Sagra dell’olio e delle olive 2018
la Sagra dell'Olio e delle Olive è un'occasione di provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall'olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i Tagliarini con i fagioli.Gli stand gastronomici resteranno aperti tutte le sere a cena. TIPO: Sagre LUOGO: Via del Guado a Piano del Quercione, Piano del Quercione ORARIO: dalle 19,00 INFORMAZIONI: Tel. 329/5350094 - Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione

Al Mediceo come al Metropolitan
Dal 4 al 20 maggio (inaugurazione venerdì 4 maggio alle ore 17) a Palazzo Mediceo di Seravezza torna per il secondo anno l’esposizione “Al Mediceo come al Metropolitan”, progetto d’arte visiva e musicale che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Seravezza. L’evento si sviluppa sul binomio musica e arte, particolarmente congeniale per un Istituto che offre ai propri alunni l’opportunità di seguire anche un percorso di studi a indirizzo musicale. In mostra, opere d’arte elaborate per dar forma grafica a componimenti musicali scelti in completa autonomia dagli studenti che partecipano al progetto. Un percorso di visita multisensoriale che, alla visione delle opere in mostra, abbinerà tramite appositi codici QR l’ascolto dei brani musicali relativi a ciascuna opera. Nei fine settimana, per tutta la durata della mostra, saranno inoltre proposte al pubblico le esibizioni delle formazioni musicali che operano all’interno dell’istituto scolastico. Testimonial dei giovani artisti sarà il pittore Marcello Scarselli, presente all’inaugurazione di venerdì, che nella sala Cosimo I di Palazzo Mediceo presenterà una selezione delle proprie opere.L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Terre Medicee in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Seravezza e con il supporto dell’Assessorato alla valorizzazione e promozione del territorio e dei settori Scuola e Politiche giovanili del Comune di Seravezza. Tra le finalità del progetto, anche quella di rafforzare il legame tra l’eredità storico-monumentale della Città e i giovani d’oggi, chiamati domani a difendere e valorizzare questo stesso patrimonio.La mostra si potrà visitare dal venerdì alla domenica dalle 15 alle 20. Ingresso libero. TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo Viale L. Amadei, 230 (Seravezza), Seravezza ORARIO: ore 17.00 INFORMAZIONI: - 0584 756046

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Costruzione del personaggio teatrale: testi di H.Ibsen e H. Pinter
Stage Internazionale di Teatro con F. Barsanti:“Costruzione del personaggio teatrale:testi di H.Ibsen e H. Pinter“,SAB 19, DOM 20 MAGGIO, (Sab ore 15-20, Dom ore 11-17,30) presso Teatro V. Manzoni, Massarosa (Lu).INFO E ISCRIZIONI 3394336687Lo stage, adatto a chi vuole approfondire o avvicinarsi alle arti sceniche, sarà suddiviso in tre fasi: il significato teorico e pratico di “immedesimazione”; il ritmo e il gesto della struttura corpo-voce; l’ambientazione scenica. Lo stage è ideale anche per cantanti-attori. E’ suggerito un abito di scena moderno in stile moderno con calzature eleganti, a libera fantasia del partecipante. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Teatro Vittoria Manzoni - Via Manzoni, Massarosa ORARIO: sabato ore 15.00 - 20.00 domenica ore 11.00 - 17.30 INFORMAZIONI: INFO E ISCRIZIONI 3394336687 - 0584 93025

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Lunedì 21 maggio

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Martedì 22 maggio

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Dante Inferno - L'Opera in Musical a Teatro
Una nuova visione dell’Inferno di Dante"DANTE INFERNO - l'Opera in Musical" è un musical dal cuore rock che attraversa molte anime musicali: dal valzer all’heavymetal, dal rock operistico alla musica sinfonica, dalla canzone popolare al blues fino a sfiorare la lirica e il gospel.Un musical per tutti ma con il coraggio di sperimentare, che aspira a dar voce a quell’anima spezzata che era Dante.Un’opera originale di Tiziano Puritani e Francesco Ricci. TIPO: Teatro e danza LUOGO: Teatro Politeama Largo Molo del Greco Corrado, Viareggio ORARIO: ore 21.15 INFORMAZIONI: - Telefono: 0584 962035

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Mercoledì 23 maggio

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Giovedì 24 maggio

Nel segno di Michelangelo
L'esposizione è arricchita da “Nel segno di Michelangelo. Attualità di un Genio”, pubblicazione a firma di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei, relativa al progetto “Nel segno di Michelangelo” – 2018-2020 – ideato e curato da Lodovico Gierut, presidente del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. Il volume, oltre a testi degli autori e di altre firme del settore artistico-culturale con un insieme ampliato da ampi apparati bibliografici dove sono citati centinaia di nomi, contiene opere di un gruppo di artisti tra i quali Marco Ambrosini, Simone Andrei, Giovanni Balderi, Giuseppe Bartolozzi-Clara Tesi, Marcello Bertini, Daniele Bertoni, Marco Bianchi, Alberto Bongini, Alain Bonnefoit, Roberto Braida, Daniele Brochetelli, Fabio Calvetti, Sigifredo Camacho B., Agostino Cancogni, Luciano Cantoni, Giuseppe Carta, Anna Chromy, Marzio Cialdi, Lorenzo Cinquini, Romano Cosci, Francesco Cremoni, Elio De Luca, Franco Del Sarto, Roberto Diddi, Marco Dolfi, Gianni Dorigo, Massimo Facheris, Riccardo Farnocchia, Silvana Franco, Danilo Fusi, Maria Gamundi, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Stefano Giraldi, Andrea Granchi, Rolando Grazzini, Paolo Grigò, Paolo Gubinelli, Ugo Guidi, Maurizio Guidi, Hu Huiming, Paolo Lazzerini, Grazia Leoncini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Mario Madiai, Renzo Maggi, Clara Mallegni, Giovanni Maranghi, Annamaria Maremmi, Liliana Marsili, Luciano Massari, Sergio Mazzanti, Giovanni Mazzi, Ivano Mazzucchi, Monica Michelotti, Franco Miozzo, Michele Monfroni, Giacomo Mozzi, Tito Mucci, Francesco Nesi, Bruna Nizzola, Yoshin Ogata, Nico Paladini, Stefano Paolicchi, Tano Pisano, Isidoro Raciti, Luigi Regianini, Andrea Roggi, Marcello Scarselli, Paolo Staccioli, Gabriele Vicari, Vidà, Kan Yasuda. Gran parte delle opere sono state realizzate di recente su specifico invito del curatore. La pubblicazione, completamente a colori, è divisa in due parti: la prima, di Lodovico Gierut, tratta essenzialmente l'argomento sia dal punto di vista artistico 'letto' con un viaggio che dal passato si inoltra nel presente, sia storico anche con qualificati apporti esterni diretti e indiretti, mentre la seconda – di Marilena Cheli Tomei – dà evidenza alle Rime e alle Lettere di Michelangelo Buonarroti. Innumerevoli comunque gli scritti di storici e critici d'arte, di artisti e di giornalisti, di poeti e di altri inseriti, per cui è impensabile una completa elencazione. Tra i vari – citandone alcuni a caso – Cristina Acidini, Antonio Paolucci, Eugenio Battisti, Umberto Guidi, Danilo D'Angiolo, Patrizia Pacini, Anna Guidi, Lorenzo Belli, Carlo Motta, Manlio Cancogni, Giuseppe Vezzoni, Giorgio Magri, Mario Pellegrini, Renzo Maggi, Gabriele Rovai, Emanuele Barletti, Massimiliano Bordigoni, Romano Bavastro, Costantino Paolicchi, Cinzia Nepi, Florio Giannini, Pier Paolo Dinelli, Valerio Dehò, Marco Garrisi, Annamaria Giusti, Federico Napoli, Gianna Pinotti, Roberto Panichi, Giorgio Ramella, Lucia Bruni, Luigi Santini, Melania Spampinato, Arianna Sartori, Agostino Pocai, Vittorino Andreoli, Stefano De Franceschi, Gianfranco Antognoli, Vittorio Guidi, Giovanni Faccenda, Gigliola Fontanesi (…).Si tenga presente che tale prima esposizione titolata “Nel segno di Michelangelo”, comprensiva per motivi di spazio solo di una parte dei lavori pittorici, grafici e fotografici che illustrano e/o interpretano l'iter creativo michelangiolesco nonché il soggiorno del Genio a Carrara, come in Versilia nel 1518-1520 (non per niente nella cosiddetta “Versilia Medicea” sono già in essere le celebrazioni per il 500.mo anniversario della Sua venuta in loco), è inserita nell'evento “Pietrasanta Film Festival”, Concorso Internazionale di Cortometraggi, 4.a Edizione 24-27 maggio 2018. L'iniziativa connessa a Michelangelo Buonarroti si protrarrà con altre esposizioni, convegni e presentazioni nel triennio 2018-2020 organizzate dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut anche in collaborazione con altre realtà culturali. Gode di vari patrocini gratuiti messi in evidenza anche nella pubblicazione che non ha finalità di lucro, in linea con l'attività del Comitato sorto in memoria della poetessa e scultrice Marta Gierut (1977-2005). TIPO: Eventi culturali LUOGO: Complesso S. Agostino - Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: Lunedì 14-19. Da martedì a sabato 9-13/14-19. Domenica 16-19. INFORMAZIONI: lodovico@gierut.it www.gierut.it - Via S. Agostino, 1

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Venerdì 25 maggio

Sagra dell’olio e delle olive 2018
la Sagra dell'Olio e delle Olive è un'occasione di provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall'olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i Tagliarini con i fagioli.Gli stand gastronomici resteranno aperti tutte le sere a cena. TIPO: Sagre LUOGO: Via del Guado a Piano del Quercione, Piano del Quercione ORARIO: dalle 19,00 INFORMAZIONI: Tel. 329/5350094 - Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione

Nel segno di Michelangelo
L'esposizione è arricchita da “Nel segno di Michelangelo. Attualità di un Genio”, pubblicazione a firma di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei, relativa al progetto “Nel segno di Michelangelo” – 2018-2020 – ideato e curato da Lodovico Gierut, presidente del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. Il volume, oltre a testi degli autori e di altre firme del settore artistico-culturale con un insieme ampliato da ampi apparati bibliografici dove sono citati centinaia di nomi, contiene opere di un gruppo di artisti tra i quali Marco Ambrosini, Simone Andrei, Giovanni Balderi, Giuseppe Bartolozzi-Clara Tesi, Marcello Bertini, Daniele Bertoni, Marco Bianchi, Alberto Bongini, Alain Bonnefoit, Roberto Braida, Daniele Brochetelli, Fabio Calvetti, Sigifredo Camacho B., Agostino Cancogni, Luciano Cantoni, Giuseppe Carta, Anna Chromy, Marzio Cialdi, Lorenzo Cinquini, Romano Cosci, Francesco Cremoni, Elio De Luca, Franco Del Sarto, Roberto Diddi, Marco Dolfi, Gianni Dorigo, Massimo Facheris, Riccardo Farnocchia, Silvana Franco, Danilo Fusi, Maria Gamundi, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Stefano Giraldi, Andrea Granchi, Rolando Grazzini, Paolo Grigò, Paolo Gubinelli, Ugo Guidi, Maurizio Guidi, Hu Huiming, Paolo Lazzerini, Grazia Leoncini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Mario Madiai, Renzo Maggi, Clara Mallegni, Giovanni Maranghi, Annamaria Maremmi, Liliana Marsili, Luciano Massari, Sergio Mazzanti, Giovanni Mazzi, Ivano Mazzucchi, Monica Michelotti, Franco Miozzo, Michele Monfroni, Giacomo Mozzi, Tito Mucci, Francesco Nesi, Bruna Nizzola, Yoshin Ogata, Nico Paladini, Stefano Paolicchi, Tano Pisano, Isidoro Raciti, Luigi Regianini, Andrea Roggi, Marcello Scarselli, Paolo Staccioli, Gabriele Vicari, Vidà, Kan Yasuda. Gran parte delle opere sono state realizzate di recente su specifico invito del curatore. La pubblicazione, completamente a colori, è divisa in due parti: la prima, di Lodovico Gierut, tratta essenzialmente l'argomento sia dal punto di vista artistico 'letto' con un viaggio che dal passato si inoltra nel presente, sia storico anche con qualificati apporti esterni diretti e indiretti, mentre la seconda – di Marilena Cheli Tomei – dà evidenza alle Rime e alle Lettere di Michelangelo Buonarroti. Innumerevoli comunque gli scritti di storici e critici d'arte, di artisti e di giornalisti, di poeti e di altri inseriti, per cui è impensabile una completa elencazione. Tra i vari – citandone alcuni a caso – Cristina Acidini, Antonio Paolucci, Eugenio Battisti, Umberto Guidi, Danilo D'Angiolo, Patrizia Pacini, Anna Guidi, Lorenzo Belli, Carlo Motta, Manlio Cancogni, Giuseppe Vezzoni, Giorgio Magri, Mario Pellegrini, Renzo Maggi, Gabriele Rovai, Emanuele Barletti, Massimiliano Bordigoni, Romano Bavastro, Costantino Paolicchi, Cinzia Nepi, Florio Giannini, Pier Paolo Dinelli, Valerio Dehò, Marco Garrisi, Annamaria Giusti, Federico Napoli, Gianna Pinotti, Roberto Panichi, Giorgio Ramella, Lucia Bruni, Luigi Santini, Melania Spampinato, Arianna Sartori, Agostino Pocai, Vittorino Andreoli, Stefano De Franceschi, Gianfranco Antognoli, Vittorio Guidi, Giovanni Faccenda, Gigliola Fontanesi (…).Si tenga presente che tale prima esposizione titolata “Nel segno di Michelangelo”, comprensiva per motivi di spazio solo di una parte dei lavori pittorici, grafici e fotografici che illustrano e/o interpretano l'iter creativo michelangiolesco nonché il soggiorno del Genio a Carrara, come in Versilia nel 1518-1520 (non per niente nella cosiddetta “Versilia Medicea” sono già in essere le celebrazioni per il 500.mo anniversario della Sua venuta in loco), è inserita nell'evento “Pietrasanta Film Festival”, Concorso Internazionale di Cortometraggi, 4.a Edizione 24-27 maggio 2018. L'iniziativa connessa a Michelangelo Buonarroti si protrarrà con altre esposizioni, convegni e presentazioni nel triennio 2018-2020 organizzate dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut anche in collaborazione con altre realtà culturali. Gode di vari patrocini gratuiti messi in evidenza anche nella pubblicazione che non ha finalità di lucro, in linea con l'attività del Comitato sorto in memoria della poetessa e scultrice Marta Gierut (1977-2005). TIPO: Eventi culturali LUOGO: Complesso S. Agostino - Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: Lunedì 14-19. Da martedì a sabato 9-13/14-19. Domenica 16-19. INFORMAZIONI: lodovico@gierut.it www.gierut.it - Via S. Agostino, 1

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Scrivere il cibo
L’alta cucina e i suoi protagonisti di scena a Villa Bertelli. Sabato 14 aprile alle 17.15 nel Giardino d’Inverno si alza il sipario su “Scrivere il cibo”, la rassegna dedicata alla raffinata arte culinaria, promossa dalla Fondazione Villa Bertelli e curata dal giornalista Corrado Benzio. La manifestazione è stata presentata mercoledì 11 aprile in conferenza stampa, alla presenza del presidente della Fondazione Villa Bertelli Ermindo Tucci, dei consiglieri Annalisa Buselli e Silla Silvestri e del curatore Corrado Benzio. Sabato prossimo, nel primo appuntamento, Paolo Petroni, presidente dell’Accademia italiana della cucina e scrittore di libri dedicati alla pasta e alla cucina italiana, condurrà l’incontro “Dalla ribollita al ramen e al sushi: come sta la cucina toscana? E quella italiana?” Cinque in tutto gli eventi in programma, due nel mese di aprile e tre in maggio, ai quali interverranno personalità di fama nazionale di questo poliedrico settore. Sabato prossimo ci sarà una gustosa anteprima, quando il sindaco Bruno Murzi consegnerà una targa ai quattro ristoranti stellati di Forte dei Marmi: Lorenzo, il Bistrot, La Magnolia dell’Hotel Byron e il Lux Lucis dell’Hotel Principe. Indicati in rigorosa anzianità di stella. Un omaggio – spiega il presidente Tucci- a delle autentiche eccellenze di Forte dei Marmi. Per la scelta dei premiati abbiamo preso come termine di paragone la guida rossa Michelin, la più antica e la più celebre. Una sorta di  Standars and Poors del bon vivre. Se si pensa che nel nostro paese ci sono quattro ristoranti stellati nel giro di 500 metri, mentre Genova, Portofino, tutto il Tigullio e le Cinque Terre non ne hanno alcuno e che addirittura la provincia di Lucca, con nove stelle, è seconda solo a Firenze, si può comprendere come Forte dei Marmi sia diventata anche capitale della cucina di mare, oltre che rinomata località turistica di fama internazionale. Un’ulteriore attrazione per un turismo, considerato di grande qualità”. Sabato, ad accogliere il pubblico in sala, ci sarà il pregiato caffè della Torrefazione Ponzanelli, di San Casciano Val di Pesa.  Chiuderà questo primo happening una degustazione dei salumi di Massimo Bacci, artigiano di Montignoso, conosciuto per la sua mortadella e soprattutto per la “zia”, mortadella millesimata. Ad accompagnare gli assaggi, il vino di Giusti&Zanza“ la Cantina sulle colline pisane, dove si produce il Nemorino, che per l’occasione si potrà degustare insieme al rosso Belcore.  Sabato 28 aprile il secondo appuntamento sarà dedicato a Davide Paolini, il “gastronauta”, che presenterà il  libro “Il crepuscolo degli chef”. Con lui ci sarà Cristiano Tomei, chef stellato e protagonista in tv.  Venerdì 11 maggio Ciro Vestita, professore universitario e noto dietologo e fitoterapeuta, presenterà il suo nuovo libro “Sani e in forma ad ogni età”. Quarto appuntamento, venerdì 18 maggio, con Luca Maria Chiesa, docente all’Università Statale di Milano ed esperto di sofisticazioni alimentari per Striscia la Notizia, che illustrerà come lo Stato difende la salute dei cittadini.  Insieme a lui, il ristoratore Marco Vaiani, che parlerà della sua esperienza e l’artigiano del gusto Rolando Bellandi. Venerdì 25 maggio all’ultimo incontro in calendario, Marco Bolasco, direttore della Guida delle Osterie di Slow Food, ci racconterà come scoprire ottimi ristoranti fuori dalle guide e dai siti gastronomici. Ad accompagnarlo, ci sarà Eleonora Cozzella, giornalista del cibo per Repubblica Sapori. TIPO: Eventi culturali LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: ore 17.15 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Sabato 26 maggio

presentazione programma teatro estate 2018
sabato 26 maggio alle ore 17,30 presso il circolo ricreativo e culturale ex casa forestale ( bocciodromo )  vicino laghetto dei cigni nella pineta di ponente verrà fatta la presentazione della 5° edizione della manifestazione “ al parco ” eventi…  momenti…. storie… ricordi…  organizzata dalla Associazione Onlus per un futuro possibile   TIPO: Varie LUOGO: Teatro estate viale g. capponi n°10 pineta di ponente, Viareggio ORARIO: 17,30 INFORMAZIONI: teatro estate viale G. Capponi n°10 vicino laghetto dei cigni pineta di ponente viareggio

Sagra dell’olio e delle olive 2018
la Sagra dell'Olio e delle Olive è un'occasione di provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall'olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i Tagliarini con i fagioli.Gli stand gastronomici resteranno aperti tutte le sere a cena. TIPO: Sagre LUOGO: Via del Guado a Piano del Quercione, Piano del Quercione ORARIO: dalle 19,00 INFORMAZIONI: Tel. 329/5350094 - Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione

Nel segno di Michelangelo
L'esposizione è arricchita da “Nel segno di Michelangelo. Attualità di un Genio”, pubblicazione a firma di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei, relativa al progetto “Nel segno di Michelangelo” – 2018-2020 – ideato e curato da Lodovico Gierut, presidente del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. Il volume, oltre a testi degli autori e di altre firme del settore artistico-culturale con un insieme ampliato da ampi apparati bibliografici dove sono citati centinaia di nomi, contiene opere di un gruppo di artisti tra i quali Marco Ambrosini, Simone Andrei, Giovanni Balderi, Giuseppe Bartolozzi-Clara Tesi, Marcello Bertini, Daniele Bertoni, Marco Bianchi, Alberto Bongini, Alain Bonnefoit, Roberto Braida, Daniele Brochetelli, Fabio Calvetti, Sigifredo Camacho B., Agostino Cancogni, Luciano Cantoni, Giuseppe Carta, Anna Chromy, Marzio Cialdi, Lorenzo Cinquini, Romano Cosci, Francesco Cremoni, Elio De Luca, Franco Del Sarto, Roberto Diddi, Marco Dolfi, Gianni Dorigo, Massimo Facheris, Riccardo Farnocchia, Silvana Franco, Danilo Fusi, Maria Gamundi, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Stefano Giraldi, Andrea Granchi, Rolando Grazzini, Paolo Grigò, Paolo Gubinelli, Ugo Guidi, Maurizio Guidi, Hu Huiming, Paolo Lazzerini, Grazia Leoncini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Mario Madiai, Renzo Maggi, Clara Mallegni, Giovanni Maranghi, Annamaria Maremmi, Liliana Marsili, Luciano Massari, Sergio Mazzanti, Giovanni Mazzi, Ivano Mazzucchi, Monica Michelotti, Franco Miozzo, Michele Monfroni, Giacomo Mozzi, Tito Mucci, Francesco Nesi, Bruna Nizzola, Yoshin Ogata, Nico Paladini, Stefano Paolicchi, Tano Pisano, Isidoro Raciti, Luigi Regianini, Andrea Roggi, Marcello Scarselli, Paolo Staccioli, Gabriele Vicari, Vidà, Kan Yasuda. Gran parte delle opere sono state realizzate di recente su specifico invito del curatore. La pubblicazione, completamente a colori, è divisa in due parti: la prima, di Lodovico Gierut, tratta essenzialmente l'argomento sia dal punto di vista artistico 'letto' con un viaggio che dal passato si inoltra nel presente, sia storico anche con qualificati apporti esterni diretti e indiretti, mentre la seconda – di Marilena Cheli Tomei – dà evidenza alle Rime e alle Lettere di Michelangelo Buonarroti. Innumerevoli comunque gli scritti di storici e critici d'arte, di artisti e di giornalisti, di poeti e di altri inseriti, per cui è impensabile una completa elencazione. Tra i vari – citandone alcuni a caso – Cristina Acidini, Antonio Paolucci, Eugenio Battisti, Umberto Guidi, Danilo D'Angiolo, Patrizia Pacini, Anna Guidi, Lorenzo Belli, Carlo Motta, Manlio Cancogni, Giuseppe Vezzoni, Giorgio Magri, Mario Pellegrini, Renzo Maggi, Gabriele Rovai, Emanuele Barletti, Massimiliano Bordigoni, Romano Bavastro, Costantino Paolicchi, Cinzia Nepi, Florio Giannini, Pier Paolo Dinelli, Valerio Dehò, Marco Garrisi, Annamaria Giusti, Federico Napoli, Gianna Pinotti, Roberto Panichi, Giorgio Ramella, Lucia Bruni, Luigi Santini, Melania Spampinato, Arianna Sartori, Agostino Pocai, Vittorino Andreoli, Stefano De Franceschi, Gianfranco Antognoli, Vittorio Guidi, Giovanni Faccenda, Gigliola Fontanesi (…).Si tenga presente che tale prima esposizione titolata “Nel segno di Michelangelo”, comprensiva per motivi di spazio solo di una parte dei lavori pittorici, grafici e fotografici che illustrano e/o interpretano l'iter creativo michelangiolesco nonché il soggiorno del Genio a Carrara, come in Versilia nel 1518-1520 (non per niente nella cosiddetta “Versilia Medicea” sono già in essere le celebrazioni per il 500.mo anniversario della Sua venuta in loco), è inserita nell'evento “Pietrasanta Film Festival”, Concorso Internazionale di Cortometraggi, 4.a Edizione 24-27 maggio 2018. L'iniziativa connessa a Michelangelo Buonarroti si protrarrà con altre esposizioni, convegni e presentazioni nel triennio 2018-2020 organizzate dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut anche in collaborazione con altre realtà culturali. Gode di vari patrocini gratuiti messi in evidenza anche nella pubblicazione che non ha finalità di lucro, in linea con l'attività del Comitato sorto in memoria della poetessa e scultrice Marta Gierut (1977-2005). TIPO: Eventi culturali LUOGO: Complesso S. Agostino - Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: Lunedì 14-19. Da martedì a sabato 9-13/14-19. Domenica 16-19. INFORMAZIONI: lodovico@gierut.it www.gierut.it - Via S. Agostino, 1

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Versil Cup 18
Ci siamo!!! #Fun #Friend #FootballDate ufficiali: 25-27 MaggioSquadre da tutta Italia (nel 2016 anche da Egitto e Belgio)⚽️ Calcio a 5 ( Fase finale Gold e Silver)⚽️ Calcio a 78 Kit da gioco per le prime 10 squadre iscritteFinali Nazionali CesenaticoBuoni sconto per tornei InternazionaliMateriale Tecnico e altri ricchi premi !!!Spritz Party e Grigliata Sabato SeraFeste serali nei locali piu famosi della Versilia#AreYouReady #PlayYourPassion #Calcioa5 #calcioa7Siete tutti pronti???Da domani iscrizioni aperte sul sito! TIPO: Sport LUOGO: Lungomare Roma, Forte dei Marmi, Forte dei Marmi ORARIO: ore 10.00 INFORMAZIONI: www.versilcup.it

Terra Nuova Festival 2018
Natura, arte, cultura, salute, buon cibo. Il Terra Nuova Festival, giunge alla 5a edizione. Un evento ormai consolidato, a INGRESSO GRATUITO, che attira migliaia di visitatori da tutta Italia. Due giorni di conferenze, spettacoli, laboratori per grandi e piccini, sessioni olistiche, spazio bimbi, spettacoli musicali, accompagnati da un’immancabile offerta gastronomica biologica e vegetariana e da una MOSTRA MERCATO di qualità.I temi di attualità saranno affiancati dai nostri argomenti di sempre, alimentazione naturale, salute e benessere, diritti civili, nuovi modelli di agricoltura, bioedilizia, crescita sana e relazioni profonde, argomenti chiave da mettere al centro dell'attenzione. TIPO: Mercatini LUOGO: Camaiore, Camaiore ORARIO: ore 10.00 INFORMAZIONI: Comune di Camaiore - Centralino: (+39) 05849861 Fax: 0584 986264

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502

Domenica 27 maggio

Sagra dell’olio e delle olive 2018
la Sagra dell'Olio e delle Olive è un'occasione di provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall'olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i Tagliarini con i fagioli.Gli stand gastronomici resteranno aperti tutte le sere a cena. TIPO: Sagre LUOGO: Via del Guado a Piano del Quercione, Piano del Quercione ORARIO: dalle 19,00 INFORMAZIONI: Tel. 329/5350094 - Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione

Nel segno di Michelangelo
L'esposizione è arricchita da “Nel segno di Michelangelo. Attualità di un Genio”, pubblicazione a firma di Lodovico Gierut e Marilena Cheli Tomei, relativa al progetto “Nel segno di Michelangelo” – 2018-2020 – ideato e curato da Lodovico Gierut, presidente del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. Il volume, oltre a testi degli autori e di altre firme del settore artistico-culturale con un insieme ampliato da ampi apparati bibliografici dove sono citati centinaia di nomi, contiene opere di un gruppo di artisti tra i quali Marco Ambrosini, Simone Andrei, Giovanni Balderi, Giuseppe Bartolozzi-Clara Tesi, Marcello Bertini, Daniele Bertoni, Marco Bianchi, Alberto Bongini, Alain Bonnefoit, Roberto Braida, Daniele Brochetelli, Fabio Calvetti, Sigifredo Camacho B., Agostino Cancogni, Luciano Cantoni, Giuseppe Carta, Anna Chromy, Marzio Cialdi, Lorenzo Cinquini, Romano Cosci, Francesco Cremoni, Elio De Luca, Franco Del Sarto, Roberto Diddi, Marco Dolfi, Gianni Dorigo, Massimo Facheris, Riccardo Farnocchia, Silvana Franco, Danilo Fusi, Maria Gamundi, Marta Gierut, Gian Paolo Giovannetti, Stefano Giraldi, Andrea Granchi, Rolando Grazzini, Paolo Grigò, Paolo Gubinelli, Ugo Guidi, Maurizio Guidi, Hu Huiming, Paolo Lazzerini, Grazia Leoncini, Giuseppe Lippi, Riccardo Luchini, Mario Madiai, Renzo Maggi, Clara Mallegni, Giovanni Maranghi, Annamaria Maremmi, Liliana Marsili, Luciano Massari, Sergio Mazzanti, Giovanni Mazzi, Ivano Mazzucchi, Monica Michelotti, Franco Miozzo, Michele Monfroni, Giacomo Mozzi, Tito Mucci, Francesco Nesi, Bruna Nizzola, Yoshin Ogata, Nico Paladini, Stefano Paolicchi, Tano Pisano, Isidoro Raciti, Luigi Regianini, Andrea Roggi, Marcello Scarselli, Paolo Staccioli, Gabriele Vicari, Vidà, Kan Yasuda. Gran parte delle opere sono state realizzate di recente su specifico invito del curatore. La pubblicazione, completamente a colori, è divisa in due parti: la prima, di Lodovico Gierut, tratta essenzialmente l'argomento sia dal punto di vista artistico 'letto' con un viaggio che dal passato si inoltra nel presente, sia storico anche con qualificati apporti esterni diretti e indiretti, mentre la seconda – di Marilena Cheli Tomei – dà evidenza alle Rime e alle Lettere di Michelangelo Buonarroti. Innumerevoli comunque gli scritti di storici e critici d'arte, di artisti e di giornalisti, di poeti e di altri inseriti, per cui è impensabile una completa elencazione. Tra i vari – citandone alcuni a caso – Cristina Acidini, Antonio Paolucci, Eugenio Battisti, Umberto Guidi, Danilo D'Angiolo, Patrizia Pacini, Anna Guidi, Lorenzo Belli, Carlo Motta, Manlio Cancogni, Giuseppe Vezzoni, Giorgio Magri, Mario Pellegrini, Renzo Maggi, Gabriele Rovai, Emanuele Barletti, Massimiliano Bordigoni, Romano Bavastro, Costantino Paolicchi, Cinzia Nepi, Florio Giannini, Pier Paolo Dinelli, Valerio Dehò, Marco Garrisi, Annamaria Giusti, Federico Napoli, Gianna Pinotti, Roberto Panichi, Giorgio Ramella, Lucia Bruni, Luigi Santini, Melania Spampinato, Arianna Sartori, Agostino Pocai, Vittorino Andreoli, Stefano De Franceschi, Gianfranco Antognoli, Vittorio Guidi, Giovanni Faccenda, Gigliola Fontanesi (…).Si tenga presente che tale prima esposizione titolata “Nel segno di Michelangelo”, comprensiva per motivi di spazio solo di una parte dei lavori pittorici, grafici e fotografici che illustrano e/o interpretano l'iter creativo michelangiolesco nonché il soggiorno del Genio a Carrara, come in Versilia nel 1518-1520 (non per niente nella cosiddetta “Versilia Medicea” sono già in essere le celebrazioni per il 500.mo anniversario della Sua venuta in loco), è inserita nell'evento “Pietrasanta Film Festival”, Concorso Internazionale di Cortometraggi, 4.a Edizione 24-27 maggio 2018. L'iniziativa connessa a Michelangelo Buonarroti si protrarrà con altre esposizioni, convegni e presentazioni nel triennio 2018-2020 organizzate dal Comitato Archivio artistico-documentario Gierut anche in collaborazione con altre realtà culturali. Gode di vari patrocini gratuiti messi in evidenza anche nella pubblicazione che non ha finalità di lucro, in linea con l'attività del Comitato sorto in memoria della poetessa e scultrice Marta Gierut (1977-2005). TIPO: Eventi culturali LUOGO: Complesso S. Agostino - Pietrasanta, Pietrasanta ORARIO: Lunedì 14-19. Da martedì a sabato 9-13/14-19. Domenica 16-19. INFORMAZIONI: lodovico@gierut.it www.gierut.it - Via S. Agostino, 1

Achille Funi e Ugo Guidi - Ricordi di un'amicizia
Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 27 maggio al 29 giugno 2018 la mostra “Achille Funi e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia”.La mostra, che gode del patrocinio dell’Archivio Achille Funi di Milano, sarà inaugurata Domenica 27 maggio alle ore 18 al MUG con introduzione di Vittorio Guidi.L'esposizione sarà visitabile fino al 29 giugno su appuntamento al 348-3020538  o   . Achille Virgilio Socrate Funi nacque a Ferrara nel 1890. Studiò disegno e decorazione dai 12 ai 15 anni. Nel 1906 fu a Milano dove seguì i corsi dell’Accademia di Brera per pittura. Nel 1914 partecipò al movimento futurista con Boccioni, Carrà, Russolo e Sant’Elia. Fu tra i primi volontari del Battaglione Volontari Ciclisti poi tenente dei bersaglieri ciclisti combattendo sul Piave. Al ritorno dalla guerra si ritirò a studiare sul lago di Como. Fu tra i fondatori del Gruppo del Novecento e tra gli organizzatori delle Mostre Nazionali del Novecento.Partecipò alle Esposizioni futuriste, alle Biennali di Venezia e Quadriennali di Roma e alle più importanti mostre italiane ed estere. Dal 1939 è stato titolare della Cattedra di Decorazione e Direttore dell’Accademia di Brera fino al 1960. Realizzò opere pubbliche e sue opere si trovano in Gallerie nazionali, a Parigi, Zurigo, Mosca, New York, Londra, Monaco di Baviera, Bruxelles, Amsterdam e numerose raccolte private. Morì il 26 luglio 1972. Fino dagli anni ’60 trascorse tutte le estati a Forte dei Marmi nella stessa villetta con giardino, effigiato in numerose tele, molte delle quali avevano la presenza di un bambino, mio fratello Fabrizio che con i capelli rossicci e gli occhi verdi-azzurri è stato ritratto da molti artisti che hanno frequentato il Forte, da Treccani a Vernizzi, a Cassinari.Funi, con l’ inseparabile sorella Margherita e il cane Lilli divenne subito amico di Guidi con cui partecipò in numerose giurie d’arte in Toscana inoltre insieme fecero visita più volte a Umberto Vittorini a Barga, a Raffaele Carrieri a Camaiore e a numerosi altri amici artisti.Mio padre aveva realizzato una scultura in terracotta, Dafne, appoggiata su un tronco d’albero e con la chioma ottenuta da una pianta grassa messa in un vaso inserito sulla testa che dava l’aspetto di capelli. Funi attratto dalla scultura che gli ricordava la mitologica dea greca dipinse “Daphne” nel giardino dell’attuale museo e mentre Funi dipingeva Guidi a sua volta ritraeva Funi intento all’opera. Mentre la scultura di Guidi è presente nel museo con una foto dell’epoca e i disegni che raffigurano il pittore, del dipinto di Funi è presente solo la foto riprodotta in un catalogo a me donato con dedica.Una gustosa vignetta di Guidi rappresenta Funi e famiglia di ritorno dal Bagno Capri, il bagno degli artisti, che con puntualità cronometrica prendeva l’aperitivo da Ernesto alle 12, vino bianco con uno spruzzo d’acqua, che poi era luogo di incontro e scambi di idee con tutti gli artisti e amici che si ritrovavano a formare una grande compagnia.Funi frequentava quotidianamente l’atelier di mio padre e arrivato davanti al cancello, con voce stentorea, chiamava “Guidi…Guidi”, senza mai suonare il campanello posto all’ingresso. In quell’ingresso dipinse poi  mio padre nel suo piccolo giardino con la file delle sculture di più grande dimensione. Opera oggi in mostra.Un grande ritratto di Ugo Guidi è pure presente, realizzato nei primi anni ‘60.La sorella di Funi, Margherita, era una piccola signorina, tutta curata e agghindata, un bel soggetto da immortalare nella terracotta da Guidi, che realizzato il ritratto fu donato al fratello mentre nel Museo è rimasto il bronzo, in cui è espressa tutta la vivacità e arguzia del volto femminile.In mostra anche un piccolo pastello del Bagno Capri, dove Funi aveva la prima tenda all’ingresso sulla spiaggia lato mare e dove incontrava tutti gli amici artisti che lo frequentavano. Infine alcune litografie di volti femminili, opere che Funi inviò alla famiglia Guidi come ricordo natalizio ripetuto negli anni.Il tutto a testimonianza di un sodalizio umano ed artistico che ha contraddistinto la vita culturale di Forte dei Marmi del secondo Novecento.   La mostra è inserita nella brochure ufficiale degli eventi estivi del Comune di Forte dei Marmi TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: su prenotazione INFORMAZIONI: Museo Ugo Guidi - via Civitali 33 Forte dei Marmi - Tel. 348-3020538

Nessuno è Perfetto
NESSUNO E’ PERFETTOSEMINARIO con le Dott.sseMONICA ANTONI e DANIELA TARRICONETutto quello che avreste voluto sapere sul rapporto col vostrocane ma non avete avuto mai il coraggio di chiedereMetteremo in luce sia quello che in generale è giusto fare che quello a cui, nonostante la buona volontà, ci potremmo trovare di fronte quando non tutto fila liscio … e come affrontarloPerché anche a parità di razza, di sesso, di età e persino di cucciolata non troveremo mai - per fortuna - due individui uguali! Nei cuccioli come nei cani adulti ci sono variabili imprevedibili nel carattere di ogni singolo animale che possono dare adito a problemi ma possono anche assumere il valore di grandi pregi. E quando purtroppo determinate caratteristiche dell’animale vengono a creare dei problemi relativamente al contesto, nessuno ne ha colpa, né voi né tanto meno il cane, l’importante è capire come venirne fuori.Questi saranno i temi della nostra giornataPER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONIASD BARRYDOG CAMPUSIda 380.6352167 | Valeria 328.3264274 TIPO: Eventi culturali LUOGO: A.s.d BarryDog Campus via don minzoni,10, Pietrasanta ORARIO: ore 10.00 INFORMAZIONI: Ida 380.6352167 | Valeria 328.3264274 segreteria.barrydog@gmail.com

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico  della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a  pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica  10.00-13.00 e  15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Argentina Via Fratti, Viareggio ORARIO: Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30. Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile) INFORMAZIONI: - 0584 48881

Nuovo Ciclo di Training Autogeno
In OTTO incontri di gruppo, impareremo ad ASCOLTARE e a rispettare il NOSTRO CORPO, eterno compagno della nostra esistenza.#rilassiamociinsiemeI BENEFICI che derivano dal praticare questa tecnica di rilassamento sono molteplici:- Migliorare la qualità del sonno- Superare paure specifiche (tipo: paura dei cani o di altri animali; ambientali, come temporali o le altezze; paura del sangue, nello specifico iniezioni o ferite; situazioni come aerei, ascensori, luoghi affollati.- Paura per un esame. Paura di ammalarsi, etc.)- Gestire gli impulsi, l’ansia e lo stress- Superare una dipendenza (tipo: sessuale, da gioco d’azzardo, da internet, dallo sport, da cellulare, da sostanza, da religione, affettiva, etc.).- Migliorare le prestazioni sportiveIn definitiva il TRAINING AUTOGENO serve per migliorare la qualitàdella propria vita.PRIMO incontro aperto e GRATUITOPROVARE NON COSTA NIENTE!Si consiglia abbigliamento comodoPer maggiori informazioni chiamare lo: 0584-30969oppure scrivere a : TIPO: Eventi culturali LUOGO: Il Centro 4.0, Via Giuseppe Zanardelli 194, Viareggio ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: 0584-30969 - ilcentropsicosociale@gmail.com

Corso di Birrificazione All grain con Jeanluc
Corso teorico-pratico di birrificazione con il metodo all grain dedicato a Homebrewers e appassionati della birra - Domenica 27 Maggio a Querceta (LU), organizzato presso la sede di Birramia, in via Ciocche 943 .Il corso è ideato e diretto dal mastro birraio Jean Luc ed è rivolto a tutti gli homebrewers ed appassionati che vogliono imparare la produzione della birra fatta in casa con il metodo All Grain.Il corso prevederà nozioni teoriche e relative applicazioni pratiche.Per maggiori info visita TIPO: Eventi culturali LUOGO: Birramia, Querceta ORARIO: ore 9.00 INFORMAZIONI: https://www.birramia.it/doc/corso-di-birrificazione-all-grain-domenica-27-maggio-2018/

Versil Cup 18
Ci siamo!!! #Fun #Friend #FootballDate ufficiali: 25-27 MaggioSquadre da tutta Italia (nel 2016 anche da Egitto e Belgio)⚽️ Calcio a 5 ( Fase finale Gold e Silver)⚽️ Calcio a 78 Kit da gioco per le prime 10 squadre iscritteFinali Nazionali CesenaticoBuoni sconto per tornei InternazionaliMateriale Tecnico e altri ricchi premi !!!Spritz Party e Grigliata Sabato SeraFeste serali nei locali piu famosi della Versilia#AreYouReady #PlayYourPassion #Calcioa5 #calcioa7Siete tutti pronti???Da domani iscrizioni aperte sul sito! TIPO: Sport LUOGO: Lungomare Roma, Forte dei Marmi, Forte dei Marmi ORARIO: ore 10.00 INFORMAZIONI: www.versilcup.it

Terra Nuova Festival 2018
Natura, arte, cultura, salute, buon cibo. Il Terra Nuova Festival, giunge alla 5a edizione. Un evento ormai consolidato, a INGRESSO GRATUITO, che attira migliaia di visitatori da tutta Italia. Due giorni di conferenze, spettacoli, laboratori per grandi e piccini, sessioni olistiche, spazio bimbi, spettacoli musicali, accompagnati da un’immancabile offerta gastronomica biologica e vegetariana e da una MOSTRA MERCATO di qualità.I temi di attualità saranno affiancati dai nostri argomenti di sempre, alimentazione naturale, salute e benessere, diritti civili, nuovi modelli di agricoltura, bioedilizia, crescita sana e relazioni profonde, argomenti chiave da mettere al centro dell'attenzione. TIPO: Mercatini LUOGO: Camaiore, Camaiore ORARIO: ore 10.00 INFORMAZIONI: Comune di Camaiore - Centralino: (+39) 05849861 Fax: 0584 986264

Seravezza Fotografia
orario: dal venerdì al sabato 15.00-20.00 | domenica e festivi: 10.00- 20.00 | Palazzo Mediceo Quindicesima edizione di “Seravezza Fotografia”. Una manifestazione di respiro nazionale e internazionale che ogni anno coniuga con successo i grandi nomi della fotografia con un vasto pubblico e il mondo amatoriale della fotografia, con la direzione artistica di Ivo Balderi. Seravezza Fotografia nella sua quindicesima edizione dedica la mostra principale al fotografo freelance Uliano Lucas nelle sale di Palazzo Mediceo, Patrimonio Mondiale Unesco. La mostra di Uliano Lucas, intitolata: "La vita e nient'altro” - Cinquant'anni di viaggi e racconti di un fotoreporter freelance - è una mostra antologica con più di 200 fotografie in bianco e nero, una mostra fotografica che spazia dalla realtà milanese del mondo dell'arte degli anni '60 che gravitava attorno al bar Giamaica e al bar Genis alla contestazione operaia e studentesca degli anni '70, dall'immigrazione in Italia e all' estero sempre di quegli anni e anche nel contemporaneo con un reportage all'interno del Centro d'accoglienza “T. Fenoglio” a Torino. Una mostra che vuole nuovamente attirare l'attenzione sugli argomenti trattati,spesso ancora attuali e che vuole dare il giusto riconoscimento all'autore per il lavoro svolto fino ad oggi. A corollario dell’esposizione di Lucas un gran numero di mostre, incontri e letture portfolio che fino al 27 maggio fanno di Seravezza una destinazione irrinunciabile per gli appassionati di fotografia e per il grande pubblico. Le Scuderie Granducali, affacciate sul giardino di Palazzo Mediceo, ospitano nell’ambito della rassegna una retrospettiva dedicata alla fotografa riminese Isabella Balena intitolata "La scelta dello sguardo", con alcuni reportage realizzati nei suoi venticinque anni di carriera, un’esposizione intitolata "Minime soddisfazioni narcisistiche" che raccoglie due fra i più importanti lavori di ricerca della giovane ma già affermata artista Cecilia Gioria, l’evento di Foto Gang dedicato ai libri e alle fanzine fotografiche indipendenti, la mostra e l’incontro con gli autori Stefano Giogli, Giovanni Presutti e Andrea Avezzu centrato sul lavoro intitolato "Terre Medicee" svolto lo scorso anno a Seravezza in occasione del seminario di fotografia contemporanea “Reflexions Masterclass”, la collettiva con gli scatti realizzati da alcuni fotoamatori in occasione della mostra urbana dello scultore Emanuele Giannelli: "Fotopia-danza di un'utopia fotografica". Completano il programma di Seravezza Fotografia le personali di Tatiana Mura con la mostra "Odi et amo" e Luca Vecoli con la mostra intitolata "La cura" al Palazzo Civico di Querceta, la collettiva di street photography a cura del Circolo Fotografico L’Altissimo: "Strade" e la mostra di Bruno Madeddu intitolata "Appunti di vita" alla galleria La Seravezziana. Ingresso € 7,00 - ridotti € 5,00. Photo exhibitions and events in occasione of the annual review Seravezza Fotografia. Free admission. Info: 0584 757443/756046 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Palazzo Mediceo - (Seravezza), Seravezza ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 20.00 INFORMAZIONI: Info: 0584 757443/756046 www.seravezzafotografia.it

Il dolce rumore della vita
Inaugurazione: Sabato 3 marzo ore 17.00 Orari di apertura (Chiesa S. Agostino e Chiostro) : dal martedì al venerdì ore 16.00-19.00 | Sabato e domenica ore 10.00- 13.00 / 16.00-19.00. Lunedì chiuso. Giorni festivi e aperture straordinarie: lunedì 2 aprile, mercoledì 25 aprile, martedì 1 maggio, sabato 2 giugno in orario 10.00-13.00 / 16.00-19.00. Lunedì 30 aprile in orario 16.00-19.00 In Piazza del Duomo saranno collocate due sculture monumentali "Wind and water" e "Life and Death", e un'installazione costituita da tre opere Ilaria, Ilaria si veste, La guerrigliera: tre giovani donne che sembrano impostare un dialogo fra loro. Sul sagrato della chiesa di Sant'Agostino sarà posizionata la scultura "La Principessa e la rana". All'interno della chiesa l'attenzione sarà focalizzata su "Mother and Child", enfatizzata da una speciale illuminazione che farà risaltare il candore del marmo con cui è realizzata mentre nel Chiostro i visitatori incontreranno altre quattro sculture poste su una pedana che taglierà trasversalmente lo spazio: si tratta di "Miss Pink", "Late Date", "Esmeralda", figure femminili in movimento mentre la quarta scultura, La violinista, seduta in un angolo, sembra accompagnarle con la melodia del suo strumento. Nella Sala del Capitolo saranno collocati i dipinti raffiguranti il mondo femminile, le Veneri, ovvero l’idealizzazione della donna, l’incarnazione della bellezza, dell’amore, della seduzione e della sensualità. Ad esse faranno da contrappunto i ritratti maschili posti nella Sala dei Putti. Esposizione che porta la firma dello scultore irlandese Paddy Campbell e della pittrice toscana Simona Dolci, interpreti di un percorso espositivo che scandisce i momenti salienti della vita umana. I bronzi di Campbell e i dipinti di Dolci raffigurano donne e uomini colti in attività e atteggiamenti quotidiani, esprimono sentimenti ed emozioni come l’amore, la maternità, la sensualità che nel caotico rumore della vita di tutti i giorni è necessario riscoprire e apprezzare in modo autentico.Ingresso gratuito. Exhibition by the Irish sculptorist Paddy Campbell and the Tuscan painter Simona Dolci. Free admission. Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Chiesa di Sant'Agostino, Via S. Agostino 1, Pietrasanta ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Info: Centro Culturale Russo 0584-795500 www.museodeibozzetti.it - 0584 795500

L’evoluzione della forma
L’arte astratta di Marzio Cialdi approda a Villa Bertelli, dove grazie ad un’ampia mostra antologica, “L’evoluzione della forma”, a cura della Fondazione Villa Bertelli e in programma negli spazi espositivi interni dal 21 aprile al 2 giugno, verranno presentate oltre quaranta sue sculture, che ne raccontano il percorso artistico.  Lo scultore, pistoiese di nascita, ma ormai da anni residente in Svizzera, da circa quindici anni ha intrapreso un lavoro di ricerca, che lo ha portato, non solo, a confrontarsi con materiali diversi, ma anche a elaborare un proprio stile e una propria poetica. Quindi,  oltre all’uso dei tradizionali bronzo e ceramica, recentemente si è spostato su cortén, alluminio e acciaio, materiali che, pur rimanendo solidi e duraturi, sviluppano un’espressività materica collegata alla ruggine e al tempo che scorre. Le strisce piegate di questi elementi costituiscono gran parte della sua ultima produzione e rappresentano anche la volontà di un controllo totale del processo di creazione. Grande protagonista delle opere di Cialdi è stato e rimane l’uomo. Per questo l’artista ha elaborato dei personaggi, che possono richiamare, da un lato, il celebre “Uomo che cammina” di Alberto Giacometti e dall’altro, le figure metafisiche di Roberto Barni. Nello specifico, le sculture in bronzo si sono arricchite di una particolare ricerca di patine bianco e rosa innovative e originali rispetto alla fusione tradizionale. Marzio Cialdi, dunque, vuole essere scultore a tutto tondo, senza limitazioni, assertore convinto della scultura, intesa come prodotto del binomio mano-pensiero. La sua arte tende al cambiamento, all’instabilità, conscia di un mondo che non sta fermo e che attende sempre l’interpretazione artistica per rivelarsi.La mostra rimarrà in esposizione dal 21 aprile al 2 giugno ai seguenti orari: tutti i giorni  10.00 -13.00 e  16.00 – 19.00.Per informazioni:     0584 280292 -280253 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: Villa Bertelli - Via Mazzini 200 (Vittoria Apuana) (Vittoria Apuana), Vittoria Apuana ORARIO: dalle ore 10.00 alle ore 19.00 INFORMAZIONI: Villa Bertelli – Via mazzini 180 – tel.0584/787251 Ufficio Informazioni Turistiche – Via Spinetti 44 – tel 0584/280292 - Tel. 0584 787251

Mostra “Fortunes” di Nicolas Havette
Re-opening de LABottega sabato 24 marzo con “Fortunes”, un workshop e una mostra dedicati al territorio versiliese, dell’artista e curatore francese Nicolas Havette. Dopo il successo delle mostre estive, si riaccendono le luci dello spazio espositivo di Marina di Pietrasanta, con una grande novità: la residenza d’artista; un progetto in divenire dove gli autori invitati, stimolati dal contesto territoriale e dagli ambienti che LABottega offre, potranno dedicarsi alla realizzazione di un nuovo lavoro artistico site-specific che verrà alla fine messo in mostra nelle sale espositive dedicate alla Fotografia Fine-Art. Sarà proprio Havette a dare il via alla prima residenza: durante la sua permanenza il curatore proporrà un workshop gratuito dove gli iscritti (adulti e bambini dai cinque anni) prenderanno parte ad un lavoro collaborativo multimediale. Nei due giorni, 17 e 18 marzo, i partecipanti fotograferanno i luoghi che pensano di conoscere e che ogni giorno attraversano, cogliendo intuitivamente e quasi casualmente i dettagli legati alle proprie esperienze individuali. Chi parteciperà, seguito dall’artista, potrà così provare un’esperienza sensibile in cui, tralasciando i tecnicismi della fotografia, si potrà fare spazio ai propri paesaggi interiori. La mostra sarà quindi il prodotto del lavoro collettivo: sulle pareti della galleria appositamente colorate di nero, si potranno ammirare le visioni di ogni partecipante tramite i tratti ridisegnati a mano, così da comporre una mappa in cui si verrà a delineare una nuova geografia emozionale. Grazie a questa mostra sarà possibile condividere con i conterranei uno sguardo più emotivo verso la propria città. Come di consueto oltre alla riapertura della sala espositiva, riaprirà anche lo storico ristorante de LABottega che dal 1920 è un punto fermo della tradizione eno-gastronomica versiliese. La sinergia tra gli spazi dedicati all’arte, i laboratori e il ristorante sono il connubio ideale per le residenze d’artista, perché permettono ai fotografi invitati da ogni parte del mondo di abbracciare interamente la cultura del territorio.Per info e iscrizioni o 3496063597 TIPO: Mostre ed esposizioni LUOGO: LABottega di Marina di Pietrasanta - Viale Apua 188, Marina di Pietrasanta ORARIO: ore 18.00 INFORMAZIONI: Per info e iscrizioni info@labottegalab.com o 3496063597 - Tel. 0584 22502